Le dichiarazioni del Ministro Franco sul processo di privatizzazione di Ita: in una prima fase il Mef manterrebbe una quota minoritaria, quindi non di controllo.

Intervenuto in conferenza stampa con il premier Draghi e la ministra Cartabia, il ministro Franco ha parlato della privatizzazione di Ita presentando a grandi linee il nuovo dpcm con il quale sarà attivato il meccanismo per la ricerca di un partner per la compagnia aerea.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Franco, “Prevediamo che in una prima fase il Mef mantenga una quota minoritaria e non di controllo di Ita”

Oggi abbiamo illustrato al cdm il dpcm che dovrebbe essere a firma del presidente del Consiglio e dei ministri dell’Economia e dello Sviluppo per avviare il processo di ricerca di un partner per Ita. Seguiremo le usuali procedure. Offerta pubblica o vendita diretta“, ha dichiarato il ministro Franco in conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti.

Aereo
Aereo

Per quanto riguarda i tempi, il ministro ha specificato che non è stato stilato un programma relativo ai tempi. Franco ha però parlato della presenza dello Stato nella compagnia aerea: “Una cosa che il dpcm fissa è la questione delle quote. Prevediamo che in una prima fase il Mef mantenga una quota minoritaria e non di controllo di Ita, che potrà in una fase successiva essere venduta. Nella fase iniziale il governo sarà presente“.

Di seguito il video della conferenza stampa dell’11 febbraio.

L’offerta di Msc

Il via libera alla privatizzazione della nuova compagnia aerea è arrivato pochi giorni dopo la pubblicazione della notizia dell’interessamento di Msc. Stando a quanto emerso a mezzo stampa, la società avrebbe inviato una proposta per la compagnia aerea. La compagnia leader nel settore marittimo è affiancata da Lufthansa, che alle spalle ha una buona esperienza nel settore dell’aviazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-02-2022


Nuovi incentivi per le auto, le ipotesi sui modelli da acquistare ‘in sconto’

Il Governo approva la riforma del Csm, ecco cosa prevede