Vladimir Putin sul gas: “La Russia aumenterà le forniture all’Europa per stabilizzare il mercato”.

MOSCA (RUSSIA) – Vladimir Putin è intervenuto sulla questione gas assicurando che “la Russia aumenterà le forniture all’Europa per far fronte alla crisi e stabilizzare il mercati […]. Le vendite di gas all’Europa potrebbero dunque toccare un nuovo record già nell’anno in corso“. Parole che hanno portato il prezzo del gas a scendere.

Si tratta sicuramente di una buona notizia che potrebbe portare le Borse ad andare in positivo nelle prossime sedute. L’attenzione, comunque, su questo tema resta molto alta e non si escludono altri interventi in futuro per mettere al sicuro un settore davvero in crisi.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Putin: “Gazprom ha aumentato le forniture”

Nell’intervento su questo tema, riportato dal Corriere della Sera, Putin ha ricordato che “stiamo assistendo a ogni tipo di speculazione sul tema del sistema di trasporto del gas ucraino e sulle sue forniture. Ma vorrei dire che i nostri obblighi di contratto per le forniture attraverso il sistema di trasporto del gas ucraino sono 40 miliardi di metri cubi di gas all’anno, e 9 milioni in questo 2021. Gazprom ha aumentato queste forniture, per essere più precisi, di oltre l’8%. E possiamo dire con fiducia che supereremo i nostri obblighi contrattuali“.

Non è redditizio per Gazprom – ha aggiunto – aumentarli ulteriormente perché è più costoso. Il pompaggio attraverso i nuovi sistemi è significativamente più economico, di circa 3 miliardi di dollari all’anno rispetto ai volumi di fornitura“.

Vladimir Putin
Vladimir Putin

L’effetto Borsa

La notizia di Putin potrebbe fare sicuramente bene ai mercati. Gli ultimi due giorni della settimana quindi potrebbero chiudersi in positivo proprio per questa decisione arrivata dalla Russia. Un cambio di passo sicuramente importante per cercare di abbassare i prezzi e rendere più semplice questa ripartenza dopo un periodo complicato anche per la pandemia.

ultimo aggiornamento: 06-10-2021


NaDef, via libera della Camera e del Senato alla risoluzione di maggioranza

Ita, sindacati: “Si cambi rotta o mobilitazione”. Altavilla: “Sciopero 15 ottobre una vergogna nazionale”