Elezione del Presidente della Repubblica, il dizionario da conoscere per seguire tutta la procedura.

Per seguire con piena cognizione di causa tutta la procedura che porta all’elezione del Presidente della Repubblica è necessario conoscere bene alcuni termini che appartengono al dizionario specifico della procedura. Alcuni termini sono ormai di uso comune, altri vengono alla luce solo in occasione delle votazioni per l’elezione del nuovo Capo dello Stato.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il dizionario dell’elezione del Presidente della Repubblica

Andiamo a vedere allora alcuni termini che dobbiamo tenere a mente per capire esattamente cosa sta succedendo e dove. Quello dell’elezione del Presidente della Repubblica non è un dizionario particolarmente complesso ma nasconde qualche insidia.

CATAFALCO. Abbiamo già avuto modo di vedere di cosa si tratta. È la struttura in legno nella quale gli elettori compilano la scheda indicando il nome del candidato. Ricordiamo che per l’elezione del Presidente della Repubblica la votazione è segreta e personale.

COREA. Primo termine non propriamente usuale del nostro piccolo dizionario. Si tratta del corridoio situato alle spalle dell’Aula della Camera. Una zona grigia. Di fatto si tratta del centro nevralgico nel quale si svolgono le ultime serrate trattative. Spesso proprio lungo questo corridoio si sceglie il nome del nuovo Presidente della Repubblica.

FRANCO TIRATORE. Anche in questo caso abbiamo già avuto modo di approfondire l’argomento. Con il termine franchi tiratori si indicano i soggetti che votano diversamente dalle indicazioni di partito.

GRANDI ELETTORI. I Grandi elettori sono gli elettori del Presidente della Repubblica: si tratta di senatori a vita, senatori, deputati e delegati regionali.

INSALATIERA. Non è altro che l’urna nella quale i grandi elettori inseriscono la scheda dopo la votazione. Il nome nasce da fatto che l’urna è una sorta di cesto in vimini e nastri di colore verde.

KING-MAKER. Altro termine che leggiamo spesso sui giornali è king-maker. Di fatto si tratta di un leader politico in grado di propiziare l’elezione di quello che lui considera come il grande favorito. Spesso il king-maker è un candidato al Colle che intuisce di non avere i voti sufficienti. A quel punto lavora per dirottare i voti che ha sul suo candidato.

QUIRINABILE. Termine non proprio bellissimo con il quale si indica un candidato al Quirinale.

TRANSATLANTICO. Chiudiamo il nostro piccolo dizionario con il termine Transatlantico, ossia il corridoio situato davanti all’Aula di Montecitorio.

Montecitorio Parlamento
Montecitorio

L’elezione del Presidente della Repubblica nel 2022

Nel 2022 la prima votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica si tiene il 24 gennaio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-01-2022


Quali sono le funzioni del Presidente della Repubblica

Elezione Presidente della Repubblica, i candidati ancora in corsa. Chi sono i favoriti