Il dl Covid passa alla Camera: le principali novità inserite nel testo in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

La Camera approva il dl Covid nella giornata del 25 novembre 2020 e, dopo il via libera del Senato, è diventato legge.

Dl Covid approvato alla Camera

Dopo il via libera del Senato, il Dl Covid è stato approvato anche alla Camera con 252 voti a favore e 203 contrari.

Dl Covid approvato in Senato

Il Senato ha approvato il testo del decreto con 137 voti favorevoli, 86 contrari e 4 astenuti.

Senato
Senato

Le principali novità

Andiamo ad analizzare quelle che sono le principali novità contenute nel testo del decreto.

L’uso delle mascherine

Per quanto riguarda le mascherine, bisogna indossarle “non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private

I poteri delle Regioni

Le Regioni possono emanare ordinanze maggiormente restrittive rispetto alle disposizioni del governo.

Le cartelle esattoriali

Confermata la proroga della scadenza al 31 dicembre delle cartelle di pagamento.

Rinviate le elezioni dei Comuni

Sono rinviate al 31 marzo 2021 le elezioni da tenersi nei Comuni sciolti per infiltrazioni mafiose.

Emendamento Mediaset

Rientra nel dl Covid anche un emendamento Mediaset che prevede che venga attuata la sentenza della Corte di giustizia dello scorso 3 settembre sul caso Mediaset-Vivendi. L’emendamento, di fatto, difende le società italiane dalle scalate di società straniere.

L’emendamento in questione ha diviso le forze politiche, con diversi esponenti che hanno parlato di un assist della maggioranza di governo a Silvio Berlusconi, proprio per il riferimento al caso Mediaset-Vivendi.

I pescatori in Libia

Si dispone la sospensione fino al prossimo 31 dicembre i tributi e contributi a carico degli armatori delle imbarcazioni sequestrate al largo delle coste libiche.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
dl covid economia politica

ultimo aggiornamento: 25-11-2020


Conte: “Una donna vittima di violenza non deve più sentirsi sola”

Borse 25 novembre, i mercati europei chiudono contrastati