Dl Rilancio, la conferenza stampa di Giuseppe Conte

Dl Rilancio, Conte: “Provvedimento da 55 miliardi, come due manovre”. Lacrime di Bellanova

La conferenza stampa di Giuseppe Conte al termine del Consiglio dei Ministri che ha dato il via libera al dl Rilancio.

Dopo settimane di lavori e tensioni, il governo presenta il dl Rilancio e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte elenca i provvedimenti principali del decreto con una conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri.

Di seguito il video della conferenza stampa di Giuseppe Conte

Dl Rilancio, la conferenza stampa di Giuseppe Conte

Nella conferenza stampa tenuta al termine del Consiglio dei Ministri, il Presidente del Consiglio ha fatto il punto sulle difficolt

“È un testo complesso, parliamo di 55 miliardi, pari a due manovre, due leggi di bilancio […]. Abbiamo impiegato un po’ di tempo ma non una parola in più del necessario […]. Abbiamo lavorato nella consapevolezza che c’è un Paese in grande difficoltà”.

In queste settimane ci sono imprenditori nell’incertezza, persone senza un reddito. Il vostro grido di allarme e non ci è sfuggito e ci siamo impegnati al massimo facendo“.

Conte illustra le misure inserite nel decreto

Il Presidente del Consiglio ha poi illustrato alcuni dei provvedimenti inseriti nel decreto Rilancio.

Potenziamo cassa integrazione, bonus per autonomi. E non ci sono sfuggiti i ritardi nel pagamento e con questo decreto acceleriamo la procedura”.

Aiutiamo le famiglie con i figli, abbiamo il Reddito di emergenza per la popolazione che ha bisogno di protezione”.

Per i lavoratori ci sono 25,6 miliardi di euro. Abbiamo ammortizzatori sociali ma anche economici che servono alle imprese”.

Per gli autonomi prevediamo 600 euro subito che andranno a chi ne ha già beneficiato. Spero già nelle prossime ore. È previsto poi un ristoro fino a mille euro”.

Per le piccole imprese avremo indennizzi a fondo perduto […]. Tagliamo anche quattro miliardi di tasse. Abbiamo sconti fiscali per ristoranti e teatri, per esercizi aperti al pubblico che dovranno adeguarsi alle misure anti-Covid“.

Per le famiglie Reddito di emergenza, rinnoviamo il bonus baby sitter. Potrà essere utilizzato anche per pagare centri estivi. Rinnoviamo i congedi parentali fino a 30 giorni nel privato”.

Nel settore ediliio inseriamo un bonus per la casa per renderla più green, Non si spenderà un soldo”.

Per la sanità c’è un intervento cospicuo. C’è poi la scuola al centro dell’azione di governo con investimenti per digitalizzazione, per stabilizzare il corpo docente e per il rafforzamento del sistema universitario e della ricerca”.

“Abbiamo un bonus vacanze fino a 500 euro con famiglie con Isee inferiore a 40.000 euro. Bar e ristoranti potranno occupare il suolo pubblico senza pagare. La cultura. Abbiamo pensato anche ai nostri artisti con interventi mirati”.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi

Gualtieri: “Abbiamo approvato un decreto imponente”

Abbiamo approvato un decreto imponente per risorse e indirizzi. Sosteniamo famiglie, imprese e sistema sanitario e gettiamo le basi per la ripartenza stanziando somme consistenti per il sistema sanitario, rifinanziando la cassa integrazione e rifinanziando le forme di sostegno al reddito”, ha dichiarato Gualtieri.

La parte più rilevante del decreto è dedicato alle imprese, con contributi a fondo perduto, sgravi su affitti e bollette, misure innovative per piccole e medie imprese ma anche per le aziende più grandi”.

Le lacrime di Bellanova

Hanno fatto il giro della rete le immagini di una Teresa Bellanova visibilmente commossa durante la conferenza stampa. La ministra in quota Italia Viva si è detta lieta del risultato ottenuto nel campo della lotta al lavoro nero e alla regolarizzazione.

ultimo aggiornamento: 14-05-2020

X