Congedo maternità, l'ok dell'Inps per i cinque mesi dopo il parto

Maternità, ok dell’Inps al congedo per intero dopo il parto

Il congedo maternità solo dopo il parto? Arriva l’ok dall’Inps. Le donne, quindi, potranno usufruire dei cinque mesi anche dopo la nascita del figlio.

ROMA – Il congedo maternità potrà essere preso anche dopo il parto. Dopo aver inserito il provvedimento nella scorsa legge di Bilancio, l’Inps ha dao il proprio assenso al provvedimento. Si tratta di una svolta visto che le future mamme avranno la possibilità di lavorare fino al termine della gravidanza e poi prendere i cinque mesi di aspettativa dopo la nascita del figlio.

La legge è entrata in vigore lo scorso gennaio ma finora nessuno era riuscito ad usufruire di questa possibilità perché l’Inps non aveva dato il proprio ok. Da lunedì 16 dicembre, quindi, saranno sbloccate le domande arrivate nei mesi scorsi e accettate le nuove richieste delle future mamme.

La circolare dell’Inps

Per poter usufruire della maternità dopo la nascita le mamme dovranno presentare la domanda due mesi prima del parto. “Le certificazioni che conteranno il solo riferimento alla data presunta del parto – si legge nella circolare – saranno ritenute idonee a consentire lo svolgimento dell’attività lavorativa fino al giorno antecedente alla data presunta del parto, con conseguente inizio del congedo di maternità dalla date presunta stessa, e per i cinque mesi successivi“.

INPS
fonte foto https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/

Come presentare la domanda

Nella circolare che l’Inps ha pubblicato è anche specificato come presentare la domanda: “Per avvalersi di questo diritto la lavoratrice dovrà comunicare la scelta nella domanda telematica di indennità di maternità, selezionando la specifica opzione“.

La domanda deve essere presentata prima dei due mesi che precedono la data prevista del parto e comunque mai oltre un anno dalla fine del periodo indennizzabile ed esclusivamente per via telematica, direttamente sul sito web istituzionale, tramite Patronato oppure tramite Contact center“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/

ultimo aggiornamento: 14-12-2019

X