Una donna è stata accoltellata sulla porta di casa, mentre entrava nella sua abitazione. L’assassino si trova in stato di fermo.

Nella giornata di ieri 25 maggio, una donna è stata accoltellata davanti alla sua abitazione. Il fatto è accaduto a Vittoria, in provincia di Ragusa. L’uomo, dopo aver compiuto il gesto, sarebbe fuggito a piedi. Il nome della vittima è Brunilda Halda, una donna di 37 anni che abitava a Vittoria.

Di origine albanese, Brunilda era sposata con un uomo italiano ed era madre di due bambini. Nel momento in cui la donna è stata accoltellata, suo marito, un operaio, si trovava a lavoro. Il fatto è accaduto dopo le 13, in via Tenente Alessandrello, la via dove si trova l’abitazione della coppia. A stenti, Brunilda è riuscita a rientrare all’interno della sua abitazione dopo essere stata accoltellata, per poi perire.

L’assassino della donna è un uomo di 28 anni, residente a Vittoria. Ha confessato l’omicidio al pm locale, dichiarando dove teneva l’arma del delitto. Secondo le informazioni relative alle prime perizie effettuate sull’uomo, avrebbe dei problemi psichici. Fabio d’Anna, il procuratore capo di Ragusa, spiega che “Apparentemente dovrebbe trattarsi di un omicidio casuale non è stato accertato alcun legame preesistente con la vittima”.

Polizia
Polizia

Secondo alcune notizie riportate dai giornali del posto, ad assistere alla brutale scena anche il figlio della donna, di soli 11 anni. La notizia non è però ancora stata confermata dagli investigatori. Subito dopo l’accaduto, sul posto sarebbero arrivati gli operatori sanitari del 118 per trasportare la donna in ospedale. Brunilda sarebbe però giunta all’ospedale Guzzardi già priva di vita, a causa delle gravi ferite da taglio inferte dal suo assassino.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La ricostruzione dell’omicidio attraverso le videocamere

A registrare l’intera vicenda le telecamere poste lungo la via. Secondo i video di sorveglianza, l’uomo sarebbe passato davanti all’abitazione di Brunilda mentre lei si trovava sulla porta di casa. L’assassino sarebbe poi tornato indietro per colpirla alle spalle, infliggendole delle ferite da taglio sul collo. Attualmente l’uomo si trova in stato di fermo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 26-05-2022


Afghanistan, attacchi Isis a minibus e alla moschea

Gianmarco Pozzi, traffico di droga dietro l’omicidio