Dossieraggio, Crosetto: "Vorrei che il parlamento arrivasse a ridefinire i confini"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Dossieraggio, Crosetto: “Vorrei che il parlamento arrivasse a ridefinire i confini”

Guido Crosetto

Scandalo dossieraggio e la fiducia nelle istituzioni: l’intervento di Crosetto in Senato.

Durante un recente question time in Senato, il ministro della Difesa, Guido Crosetto ha sollevato preoccupazioni significative riguardo a un’inchiesta condotta dalla Procura di Perugia sul presunto dossieraggio che ha coinvolto politici, imprenditori, sportivi e personaggi dello spettacolo.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Questa vicenda, ha sottolineato Crosetto, non implica dirette minacce alla sicurezza nazionale in termini militari, ma potrebbe minare gravemente la fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche.

Guido Crosetto
Guido Crosetto

Scandalo dossieraggio: l’intervento di Crosetto

Io vorrei che il parlamento, proprio per la democrazia, arrivasse a ridefinire i confini e far riprendere fiducia nelle istituzioni da parte di tutti i cittadini,” ha dichiarato il ministro Crosetto, evidenziando come lo scenario attuale porti a una delegittimazione complessiva delle figure che amministrano giustizia e accedono a dati sensibili.

Come riportato da Ilgiornale.it, questo clima di sospetto e delegittimazione – per Crosetto – richiede un’azione decisa per ristabilire la fiducia nell’operato delle istituzioni. Il ministro ha anche messo in luce un problema crescente relativo agli “accessi alle banche dati per cui sono state già sospese persone in Italia in questi anni“.

Questi accessi, spesso privi di una giustificazione nell’ambito di indagini ufficiali e potenzialmente utilizzati per scopi inappropriati, rappresentano un ulteriore livello di rischio per la privacy dei cittadini e l’integrità delle istituzioni democratiche.

La necessità di un’indagine approfondita

Il Ministro ha espresso preoccupazione per il rischio che l’inchiesta in questione: “Finisca come tante altre che non hanno portato ad alcun accertamento definitivo“. La sua denuncia, presentata in qualità di cittadino prima ancora che di ministro, ha aperto, secondo le sue parole, un “verminaio” che richiede un’attenzione particolare.

Crosetto auspica un percorso di verifica condotto con serietà, affinché non si arrivi a liquidare la questione senza indagare a fondo le implicazioni per la vita democratica e politica del paese. Nell’ottica del ministro della Difesa, è fondamentale che il parlamento prenda seriamente in considerazione l’istituzione di regole più stringenti per prevenire abusi e garantire una maggiore trasparenza.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2024 18:12

Cgil e Uil in piazza, Landini: “Le dichiarazioni di Meloni gridano vendetta”

nl pixel