Il premier Mario Draghi ha parlato della tragedia del Ponte Morandi e di come abbia insegnato all’Italia a ripartire dopo il dramma.

La tragedia del Ponte Morandi di Genova, avvenuta 4 anni fa, ha segnato per sempre le vite delle persone coinvolte. Un evento importante della storia italiana, quello del dramma delle famiglie colpite dalla tragedia. Il premier Mario Draghi ha voluto parlare dell’evento a Palazzo San Giorgio, sottolineando che “il coraggio dei genovesi ci mostra come ripartire dopo una tragedia”. E questo spirito è fondamentale per resistere in un momento durissimo come quello che stiamo vivendo, con la guerra alle porte e l’economia che potrebbe essere compromessa dal blocco del gas russo.

Mario Draghi
Mario Draghi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il discorso del premier

Il discorso di Draghi ha ripercorso le tappe del disastro e la difficile situazione affrontata dai genovesi e da coloro che sono stati coinvolti nel dramma. “Penso a come Genova ha reagito alla tragedia del Ponte Morandi. Voglio esprimere di nuovo la vicinanza del governo e la mia personale vicinanza ai familiari delle 43 vittime, ai feriti, e ai loro cari. Oggi, come quattro anni fa, il loro dolore è il nostro dolore. Successivamente, il presidente del Consiglio ha voluto ringraziare le persone coinvolte nella ricostruzione del Ponte Morandi. “Voglio ringraziare la struttura commissariale, le autorità locali, il senatore Renzo Piano e tutti coloro che sono stati coinvolti nell’opera di ricostruzione. Un esempio di collaborazione, rapidità, concretezza che è diventato un modello per tutta l’Italia.

Un dramma che ha sconvolto l’Italia, quello del Ponte Morandi. Quattro anni dopo il crollo, la ricostruzione del nuovo viadotto nell’arco di soli due anni ha mostrato lo spirito di resistenza dell’Italia. La forza di ricominciare e di ripartire, necessaria per fronteggiare crisi quali pandemia e l’attuale guerra in Ucraina, con le sue conseguenze. Seppure i familiari delle vittime, i feriti e tutti coloro che hanno assistito all’annuncio del crollo del Ponte non potranno mai dimenticare quei drammatici momenti, la forza d’animo mostrata dagli italiani è d’auspicio per uscire dai momenti di difficoltà che stiamo vivendo in questi giorni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-03-2022


Come faremo in caso di emergenza nucleare? Ecco il piano dell’Italia

Johnson, l’attacco all’ospedale di Mariupol è ignobile