Il premier Draghi ha parlato ad una scuola di Verona, raccontando di aver chiesto al presidente Putin la pace, non riuscendo a ottenerla.

Il premier italiano Draghi sta cercando di spronare la Russia di Putin alla pace, non riuscendo però a convincere il leader russo. La guerra in Ucraina, dunque, continua. L’Europa sta cercando di prendere le misure, rispondendo all’offensiva di Putin con numerosi pacchetti sanzionatori. Eppure, l’Europa vorrebbe che i negoziati continuassero, ma la Russia e l’Ucraina non stanno trovando alcun accordo. Queste le parole di Draghi ad una scuola di Sommacampagna (Verona) in merito alle trattative di pace, e non solo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Draghi

“Ho chiesto a Putin la pace, e ho trovato un muro. Con Biden ho avuto più fortuna”. Queste le parole di Mario Draghi agli alunni della scuola Dante Alighieri di Sommacampagna (Verona). Per il premier, “chi attacca usando la violenza ha sempre torto, ma l’Ucraina si sta difendendo dagli schiaffi che gli sta dando la Russia”. Da ciò, ci si chiede cosa si può fare al fine di dare una mano all’“amico” ucraino, ovvero cercare la pace. L’augurio è che “i due, Mosca e Kiev, smettano di sparare e comincino a parlare”.

Mario Draghi
Mario Draghi

Draghi ha parlato anche dell’inizio della guerra e dei suoi sentimenti legati ai primi giorni del conflitto. “Lo sapevo. Ero sicuro che sarebbe successo perché purtroppo è successo anche in passato con l’Unione Sovietica e poi non si portano 200.000 truppe in assetto di guerra sul confine di un paese se non per attaccare. Ma allo stesso tempo non volevo crederci”. Il premier ricorda che a fine febbraio aveva chiamato a Putin per chiedergli la pace, ma il leader del Cremlino non lo ha ascoltato. “Un dramma terribile, un errore spaventoso”, ha commentato Draghi.

Il premier ha anche parlato dell’accoglienza verso gli ucraini, lodando gli italiani. Per lui, sono stati “bravissimi”: circa 120mila rifugiati sono arrivati in Italia, e “le famiglie italiane hanno aperto le loro case”. Inoltre, “le regioni e i comuni hanno fatto tantissimo. Mi commuove quello che accade nelle scuole. Sono arrivati circa 4500 minori non accompagnati, che sono stati tutti inseriti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 20-05-2022


Maria Vorontsova, la figlia di Putin che fa propaganda di nascosto

Borrell: “Piano dell’Italia per la pace? Serve il ritiro della Russia”