L’appello dell’Ecdc in vista delle feste di Natale: “Occorre prendere altre misure di prevenzione, siamo in una situazione molto grave”.

L’Ecdc lancia l’allarme Covid in vista del prossimo Natale e chiede che vengano introdotte nuove restrizioni per evitare che il quadro epidemiologico possa drammaticamente peggiorare durante le feste di Natale.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Perché preoccupano le feste di Natale

A preoccupare sono soprattutto gli spostamenti e gli incontri ravvicinati caratteristici del periodo natalizio, quando sotto lo stesso tetto e intorno alla stessa tavola si ritrovano diverse generazioni. A preoccupare è soprattutto il rapporto tra nipoti e nonni, con i primi che potrebbero contagiare i secondi. Le condizioni sono favorevoli all’aumento dei contagi e alla creazione di focolai domestici che potrebbero causare un considerevole aumento dei casi di Covid.

Covid, l’Ecdc: “Occorre prendere altre misure di prevenzione”

Siamo in una situazione molto grave con alti livelli di trasmissibilità del Covid. Il prossimo periodo festivo, in cui i contatti tra gruppi di persone aumentano, può peggiorare le cose“, ha dichiarato la direttrice dell’Agenzia europea per la prevenzione ed il controllo delle malattie. “Con l’espansione ulteriore che attendiamo dalla variante Omicron la situazione potrebbe passare veramente di male in peggio, perciò occorre prendere altre misure di prevenzione, in parallelo ad un’espansione della vaccinazione“.

Coronavirus
Coronavirus

La campagna di vaccinazione

Dall’Ue e dall’Ema invece arriva l’appello a procedere spediti con la campagna di vaccinazione. In troppi Paesi la campagna vaccinale prosegue a ritmo decisamente troppo lento e questo mette a repentaglio i risultati ottenuti fino a questo momento. “La vaccinazione chiaramente la prima priorità. I vaccini rimangono efficaci contro le varianti in circolazione e continuano a preservare vite umane anche se la nuova variante Omicron si diffonde, i vaccini sono e rimangono la chiave di tutto”, ha dichiarato la Direttrice dell’Ema.

La situazione in Italia

Arrivati al 7 dicembre, la situazione in Italia è in lento ma progressivo peggioramento sia per quanto riguarda i nuovi casi che per quanto riguarda i ricoveri. Un intervento del governo prima di Natale sembra improbabile ma non è impossibile. Anzi, sarebbe inevitabile a fronte di un considerevole peggioramento della situazione epidemiologica.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 07-12-2021


La Prima della Scala, applausi scroscianti per Mattarella. E il pubblico chiede il ‘bis’

Decapita la sorella incinta e si scatta un selfie, arrestato adolescente