Soprannominato Il Cannibale, Eddy Merckx nasce nelle Fiandre il 16 giugno 1945. E’ considerato il più forte ciclista di tutti i tempi.

E’ nato il 16 aprile 1945 a Meensel-Kiezegem, nella Fiandre. Eddy Merckx è stato professionista dal 1965 al 1978 e è considerato da molti il più grande ciclista di tutti i tempi.

In bicicletta dall’età di 8 anni

Il piccolo Eddy si avvicina alle due ruote fin dall’età di 8 anni. Poi, a 16 anni acquisì la licenza di ciclista debuttante nel 1961. Divenne dilettante nel 1963, facendo incetta di successi, partecipando alle Olimpiadi di Tokyo (12° posto finale). Nel 1965 passa professionista.

Eddy Merckx, la prima classica

L’anno successivo si trasferisce in Francia e corre per la Peugeot: vince la prima grande classica, la Milano-Sanremo. Nel 1967 fa il bis, aggiudicandosi anche la Freccia Vallone. E nello stesso anno vince anche il Mondiale su strada.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=Ua58WznXKTU&ab_channel=Oradelciclismo

Il Cannibale

Il 1968 è l’anno della vittoria del Giro d’Italia! E della grande classica Parigi-Roubaix. Nel 1969 vince invece il Tour de France e si afferma nella Liegi-Bastogne-Liegi, ripetendosi peraltro nella Milano-Sanremo e nel Giro delle Fiandre. Il 1970 è l’anno dell’accoppiata maglia rosa-maglia gialla, evento che si ripete nel 1972 e nel 1974. Anni di dominio in lungo e in largo che gli fanno guadagnare il soprannome de Il Cannibile.
Quando si è ritirato nel 1978 aveva un palmares ineguagliabile: 5 Tour dei France, 5 Giri d’Italia, 1 Vuelta, tre Mondiali su strada, e 27 classiche sette Milano-Sanremo, cinque Liegi-Bastogne-Liegi, tre Parigi-Roubaix, due Giri delle Fiandre e due Giri di Lombardia.


Volley, Nations League maschile: l’Italia ritrova la vittoria contro l’Olanda

Come intervenire in caso di arresto cardiaco