L’Eicma è l’Esposizione internazionale del ciclo e motociclo più importante al mondo, e si svolge a Milano. Ecco tutte le informazioni da sapere!

L’Eicma a Milano è il più importante evento dedicato al mondo delle due ruote al mondo. Andato in scena per la prima volta nel 1914, sempre nel capoluogo lombardo, nel 2020 è arrivato alla sua 78° edizione. A causa dell’emergenza Covid-19, però, questa è stata posticipata al 2021. Essa avrebbe dovuto svolgersi nei padiglioni di Fiera Milano a Rho dal 3 all’8 novembre 2020, ma è stato tutto rimandato di un anno per cause di forza maggiore. L’Eicma è un evento tutto da scoprire, che richiama visitatori da tutto il mondo essendo un punto di riferimento per le aziende e per gli appassionati dell’intero settore. Scopriamo tutte le informazioni più importanti!

Eicma: la storia dell’evento

La genesi di questo evento così importante è da ricercarsi all’inizio del 20° secolo, quando a Milano si tennero le prime esposizioni di auto e moto. Il primo evento di questo tipo fu l’Esposizione Internazionale dell’Auto e del Ciclo, che si svolse nel mese di maggio nel 1901. L’evento Eicma vero e proprio, invece, ebbe il suo inizio nel 1914 presso il Kuursal Diana, un edificio storio del capoluogo lombardo.

Con l’arrivo della Grande guerra, l’esposizione non si potè fare: infatti la seconda edizione si svolse 6 anni dopo, nel 1920, questa volta al Veloce Club Milano. La mostra in questa location andò avanti per 3 edizioni, ma dato la grande domanda degli espositori italiani e internazionali l’evento si spostò nel Palazzo della Permanente, dove si fece fino alla 20° edizione, nel 1939.

In concomitanza della scoppio della Seconda Guerra Mondiale, nell’anno 1939, data l’enorme domanda degli espositori e visto che le altre fiere del settore erano state annullate, costrette dal conflitto, l’Eicma si fece in due sessioni diverse, nello stesso anno. La seconda di queste avvenne al Palazzo dell’Arte, che aveva spazi più ampi. In questa location si continuò ad organizzare la mostra fino al 1952 quando, visti i sempre più numerosi partecipanti e le richieste degli espositori di presentare lì i propri prodotti si scelse un luogo con spazi ancora più ampi, uno dei padiglioni di Fiera Milano a Rho.

Con l’avvento, invece, della Fiat 500 e 600, utilitarie che ebbero enorme successo in Italia, la fiera ebbe un forte contraccolpo in termini di visitatori, tanto che si decise di organizzarla ogni due anni. Questo fino al 1998, quando fu deciso di alternare un anno il salone del ciclo e l’altro il salone del motociclo.

Nel 2005, con la location che fu spostata nel nuovo polo espositivo denominato di Rho-Pero, la cadenza dell’Eicma ritornò annuale. Dal 2010, infine, è stato deciso che il salone doveva essere unico, così furono riaccorpate le sezioni dedicate al ciclo e al motociclo.

Eicma 2020 posticipata: il messaggio degli organizzatori

L’Eicma è, fin dalle sue prime edizioni, l’evento più visitato al mondo per quanto riguarda l’intero settore. Con i suoi 100 anni di storia è un punto di riferimento per ogni appassionato delle due ruote. Quindi conserva tutto il suo lustro, sebbene nel 2020 non si possa fare.

La comunicazione del rinvio al 2021 della 78° edizione è stato accompagnato da un messaggio di Paolo Magri, presidente di Ancma Confindustria (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori) e amministratore delegato di Eicma, che dice: “La decisione è stata presa con e per l’intera filiera. Il valore e la leadership internazionale del nostro evento espositivo ci hanno spinto a non scommettere sull’evoluzione sanitaria legata all’emergenza Covid-19 e, soprattutto, ad ascoltare e tutelare l’intera industria delle due ruote che, con Fiera Milano in primis e i nostri partner, continua a vedere in Eicma un modello vincente e la sua più importante opportunità b2c e b2b in ambito fieristico“.

L’esposizione nel 2021 avrà luogo dal 8 al 14 novembre sempre nella stessa location di Fiera Milano a Rho. Pietro Meda, presidente del Consiglio di amministrazione, ha aggiunto a questo proposito: “Avrà grande valore simbolico e auspichiamo possa contribuire a far dimenticare agli appassionati e a tutta la filiera delle due ruote questa difficile ed eccezionale congiuntura“.

Eicma: i biglietti, gli orari e le informazioni pratiche

Quali sono le cose pratiche da sapere per vivere l’esperienza dell’Eicma? Sul sito ufficiale dell’esposizione ci sono tutte le informazioni che possono servire per arrivare preparati (in vista del 2021).

Per quanto riguarda i biglietti, non è possibile acquistarli dal sito ufficiale, per via dell’annuncio del rinvio della manifestazione. Bisogna attendere fino al 2021 come minimo. Questi si possono anche acquistare nei siti specializzati come Ticketone.

Invece per quanto riguarda gli orari dell’Eicma, nel 2020 avrebbero dovuto essere dalle 9.30 alle 18.30, con la serata di venerdì che si prolungava fino alle 22. Non si sa con certezza se saranno mantenuto questi anche nel 2021.

Per raggiungere Fiera Milano a Rho, con la metropolitana di Milano si prende la linea rossa M1. La fermata è quella di Rho-Fieramilano. Con il treno si può arrivare con le linee regionali, interregionali e ad alta velocità con fermata a Rho Fiera. Con l’auto è raggiungibile dalle autostrade A4 (tangeziale A50), A8 e A9. Infine se si scende dall’aereo, ci sono bus che fanno il tratto fino a Rho Fiera da Linate, Malpensa e Orio al Serio durante i giorni della manifestazione.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/motocross-enduro-trial-gara-4888254/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
approfondimento eicma moto

ultimo aggiornamento: 02-07-2020


F1, il pronostico. Mercedes favorita, Red Bull davanti alla Ferrari. Racing Point la possibile sorpresa

Con il lockdown meno morti sulle strade italiane