I delegati regionali che prenderanno parte alla votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica nel 2022. La scelta delle Regioni.

A poco più di dieci giorni dalla prima votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica, prende forma la lista dei delegati regionali che prenderanno parte alla votazione rientrando quindi nella grande lista dei Grandi Elettori.

Montecitorio Parlamento
Montecitorio

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Chi sono i delegati regionali che prenderanno parte alla votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica

La scelta dei delegati regionali rientra nella partita a scacchi giocata dalle diverse forze politiche. Si tratta di una pratica che potrebbe spostare gli equilibri a destra o a sinistra ridisegnando quindi i rapporti di forza nella platea dei Grandi Elettori.

Abruzzo

Marsilio (Fdi)
Sospiri (FI)
Marcozzi (M5S)

Basilicata

Bardi (FI)
Cicale (FI)
Cifarelli (PD)

Campania

De Luca (Pd)
Oliviero (Pd)
Patriarca (FI)

Lazio

Nicola Zingaretti (Pd)
Marco Vincenzi (Pd)
Fabrizio Ghera (Fdi)

Liguria

Toti (Coraggio Italia)
Medusei (Lega)
Rossetti (Pd)

Lombardia

Fontana (Lega)
Fermi (Lega)
Violi (M5S)

Molise

Toma (FI)
Micone (UdC)
Greco (M5S)

Piemonte

Cirio (FI)
Allasia (Lega)
Ravetti (Pd)

Umbria

Tesei (Lega)
Paparelli (Pd)
Squarta (FdI)

Veneto

Zaia (Lega)
Ciambetti (Lega)
Possamai (Pd)

Quirinale
Quirinale

Quanti sono i delegati

“All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato”, si legge sul sito del governo. Questi significa che ogni Regione elegge tre delegati. Solo la Valle d’Aosta ne elegge uno solo.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-01-2022


Chi è Walter Veltroni, uno dei profili in corsa per il Quirinale

GB, spunta un nuovo party a Downing Street in pieno lockdown: indaga Scotland Yard. Johnson si scusa