La Giunta elettorale del Perù ha proclamato Pedro Castillo nuovo presidente. Dopo le accuse di brogli, la sfidante Fujimori ha riconosciuto la sconfitta.

LIMA – Il Perù ha un nuovo presidente. Pedro Castillo, candidato della sinistra radicale, ha ottenuto la vittoria da parte della Giunta elettorale nazionale (Jne).

L’annuncio della vittoria

Proclamo presidente della Repubblica José Pedro Castillo Terrones“, ha affermato il presidente Jorge Luis Salas, in una breve cerimonia virtuale. La dichiarazione è arrivata a oltre un mese di distanza dal turno di ballottaggio.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=XW4cSInPVtI&ab_channel=DWEspa%C3%B1ol

Perù, riconta dei voti

Il secondo turno delle elezioni presidenziali si è tenuto lo scorso 6 giugno. Dal primo conteggio risultava che il 51enne candidato di Perù Libero fosse davanti a Keiko Fujimori di circa 60 mila preferenze. La candidata di destra aveva avanzato accuse di brogli, presentando ricorsi. Ora, dopo oltre un mese dal ballottaggio, l’autorità elettorale ha confermato i risultati forniti alcune settimane fa dall’Ufficio nazionale dei processi elettorali (Onpe). Secondo i risultati convalidati dalla Jne, Castillo vince con 44.263 voti davanti alla figlia dell’ex presidente Alberto Fujimori. Castillo entrerà in carica il 28 luglio, giorno in cui scade il mandato del presidente ad interim Francisco Sagasti.

Fujimori riconosce la sconfitta

Annuncio che adempiendo ai miei impegni, al mio impegno verso tutti i peruviani, al (premio Nobel) Mario Vargas Llosa e alla comunità internazionale, riconoscerò i risultati, perché è quello che richiedono la legge e la Costituzione che ho giurato di difendere“. Così ha dichiarato Keiko Fujimori in una conferenza stampa indetta subito dopo la dichiarazione della giunta elettorale.


Tensione nel Centrodestra, Meloni: “Regole saltate. Ora serve una valutazione”

Il ddl Zan avanti in Senato, è il giorno degli emendamenti