Il programma del Pd: il partito che guida la coalizione di centrosinistra alle elezioni 2022.

La coalizione di centrosinistra è formata da quattro liste guidata da quella di Enrico Letta, segretario del Pd, Democratici e Progressisti (che comprende Pd, Demos e Psi), Più Europa di Emma Bonino che ha abbandonato il centro di Calenda, Alleanza Verdi Sinistra (Verdi e Sinistra Italiana in cui rientra anche Possibile) e Impegno Civico (Di Maio).

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Lavoro, fisco nel centrosinistra

Tra i punti centrali del programma del Pd c’è il lavoro partendo dal salario minimo, la parità salariale tra uomini e donne andando ad eliminare il gender pay gap, promozione dello smart working in linea con tutti i paesi europei, taglio delle tasse sul lavoro per dare un mese di stipendio in più; zero contributi per le assunzioni a tempo indeterminato dei giovani fino a 35 anni.

Sul fisco invece insiste molto meno del centrodestra sintetizzando la sua proposta sul superamento dell’IRAP, garantendo l’integrale finanziamento del fabbisogno del sistema sanitario e rimodulando l’IRES per premiare le imprese sugli ESG (ambientale, sociale, di governance).

Elezioni
Elezioni

Diritti sociali e civili

Per quanto riguarda le pensioni il programma del Pd intende agevolare l’accesso dai 63 anni e facilitarlo a chi ha eseguito lavori gravosi o usuranti. Sul piano sociale il programma del Pd intende promuovere trasporto gratuito per giovani e anziani, scuola dell’obbligo dai 3 anni e costruzione di 500mila alloggi popolari. Sui diritti civili, il Pd punta allo ius scholae ovvero la cittadinanza italiana per chi ha completato un ciclo di studi qui; sul Ddl Zan e sul matrimonio egualitario per le coppie omosessuali. In più promuove la legge sul fine vita.

Ma il punto su cui punta il Pd sono i giovani partendo da un contributo da 2000 euro l’anno per studenti e lavoratori di età inferiore a 35 anni e che hanno un regolare contratto di affitto. Il contributo è pensato per coloro che hanno un ISEE fino a 20.000 euro per aiutare l’80% dei giovani che sono in affitto per studio o giovani lavoratori. Proprio sul lavoro giovanile, il Pd intende intervenire per abolire gli stage extra-curricolari. Questi saranno sostituiti da contratti di apprendistato regolarmente retribuiti.

Ambiente e politica estera nel programma del Pd

Il programma del Pd dà spazio anche a energia e ambiente partendo dalla creazione di parchi rinnovabili e la riforma fiscale verde promuovendo gli investimenti per le imprese che puntano sui pannelli e altri modi che facilitino la transizione ecologica.

Sul fronte scuola il Pd pensa a mense gratuite per tutti, aumento degli stipendi per insegnanti e trasporti e libri di testo gratuiti. In politica estera il Pd punta all’allargamento dell’Ue, ad un esercito europeo e alla revisione dei trattati eliminando il diritto di veto. Per quanto riguarda le riforme istituzionali infine il partito democratico vuole una nuova legge elettorale e l’abolizione della Bossi-Fini e la legalizzazione della cannabis.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-09-2022


Meloni: “Questa nazione va rivoltata come un calzino”

Renzi attacca Letta: “Pd dominato dal rancore personale”