Nuova emergenza migranti in Italia. Non si fermano gli sbarchi e la ministra Lamorgese chiede aiuto all’Europa.

ROMA – Nuova emergenza migranti in Italia. I numeri sono aumentati e il pressing di Matteo Salvini ha portato la ministra Lamorgese ad avere un colloquio telefonico con il commissario europeo Johansson per illustrare i numeri e le previsioni.

Da parte del Viminale è stato richiesto di ricollocare il prima possibile (come previsto dal patto di Malta) i migranti per non rischiare di appesantire i centri di accoglienza italiani. Possibile un summit il prossimo 20 maggio a Tunisi, ma la commissaria ha chiesto agli altri Stati membri di aiutare l’Italia in questo momento. E i numeri rischiano di aumentare nelle prossime settimane.

I numeri

I numeri sono in continuo aumentato. Nelle ultime ore sono arrivati quasi mille migranti, ma gli sbarchi sono in aumento giorno dopo giorno e la situazione sembra essere destinata a peggiorare nelle prossime settimane. “Sono preoccupato – il commento del sindaco Martello, riportato da La Repubblica perché non siamo in grado di reggere numeri così alti. Bisogna capire che non si può intervenire solo nel momento in cui si arriva, ma anche nel momento in cui si parte. Se si continua ad affrontare il fenomeno non sarà affrontato e risultato“.

Migranti
Migranti

E le tragedie non si fermano

Partenze che non fermano le tragedie in mare. L’ultimo naufragio è avvenuto al largo della Libia con almeno cinque persone che hanno perso la vita. Una situazione che continua ad essere molto grave e per questo motivo il premier Draghi in collaborazione con la ministra Lamorgese ha chiesto un aiuto all’Unione Euopea per affrontare questa situazione.

Nelle prossime settimane possibile un incontro a Tunisi per capire come muoversi e decidere di riattivare il patto di Malta per la ricollocazione dei migranti anche nei Paesi dell’Unione Europea.


Renzi, “Conte malato di complottismo. Le sue accuse per me sono medaglie al merito”

Minacce e insulti a Mattarella, perquisizioni nei confronti di 11 indagati