Energia, Arera dice no ad un rinvio sullo stop al mercato tutelato

Energia, Arera dice no ad un rinvio sullo stop al mercato tutelato

Arera dice no ad un rinvio sullo stop al mercato tutelato dell’energia: “Il Governo deve affrettare a mettere a punto gli strumenti normativi”.

ROMA – “No ad un rinvio della fine del mercato tutelato dell’energia”. E’ questa la linea sposata dall’Arera con le parole del presidente Stefano Besseghini. “Il Governo – aggiunge – deve affrettarsi a mettere a punto gli strumenti normativi che dovrebbero accompagnare la transizione al mercato libero“.

Sul fonte del completo superamento del meccanismo della tutela di prezzo per il segmento del retail del mercato – sottolinea Besseghini riportato dal sito di La Repubblicail processo avanza anche se ci sono alcune mancanze come il decreto. E’ evidente che la prossima estate ci potrebbe essere una situazione non ottimale ma un rinvio potrebbe altra incertezza e soprattutto farebbe venire meno il carattere cogente delle diverse azioni“.

Energia, Arera è sicura: “Il mercato libero è il futuro”

Arera è convinta che i giorni per il mercato tutelato sono contanti: “Il mercato libero – fa sapere Besseghini esiste ormai da diversi anni e ben il 43,4% dei clienti domestici lo hanno scelto per il settore elettrico e oltre il 50% per quello del gas. La potenziale attivazione ha evidenti motivi di interesse per gli operatori del settore“.

E sulle bollette afferma: “Rispetto alla platea dei potenziali aventi diritto al bonus, si è raggiunto il 36%, peraltro con una significativa variabilità territoriale e per di più con un rapporto inversamente proporzionale alla concentrazione di potenziali destinatari. Su 2,2 milioni di famiglie con una certificazione Isee utile per l’accesso ai bonus, solo 800 mila nuclei familiari hanno realmente usufruito del bonus elettrico“. L’Arera ha quindi lanciato un chiaro messaggio al Governo di facilitare questo passaggio con un decreto che ancora non è stato emanato. Il futuro dell’energia elettrica e del gas sembra essere il mercato libero e non quello tutelato.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/silasystems

ultimo aggiornamento: 04-07-2019

X