Il 2 febbraio di trentuno anni fa Enrico De Pedis, boss della Banda della Magliana, viene freddato a Roma nei pressi di Campo de’ Fiori.

Roma, 2 febbraio 1990. Enrico De Pedis viene attirato in una trappola e freddato a pochi passi da Campo de’ Fiori. L’assassinio di Renatino chiude di fatto il capitolo della Banda della Magliana, iniziato nella seconda metà degli Anni ’70.

Banda della Magliana, gli antefatti al 1990

Dopo l’omicidio di Giuseppucci, detto Er Negro, nel 1980, e l’arresto di Abbatino, detto Crispino, nel 1986, il leader della Banda della Magliana era diventato De Pedis, a capo della fazione testaccina.
Tuttavia, verso la fine del decennio, Renatino inizia a non dividere più i proventi delle attività con i suoi ex complici carcerati e i loro familiari. Si sentiva sciolto da tale obbligo perché ormai i suoi introiti provenivano in buona parte da attività sue e non rientravano più nei bottini comuni.

Lo scontro

La fazione maglianese interpretò tutto questo come uno sgarro. E quando nel 1989 Edoardo Toscano uscì dal carcere, De Pedis rischiò di essere eliminato ma fu più rapido: Toscano fu attirato in un’imboscata con un pretesto e ucciso.

L’omicidio di Enrico De Pedis

Quando evase dal carcere Marcello Colafigli, la fazione dei maglianesi iniziò a riorganizzarsi per eliminare De Pedis. L’occasione si presentò quando riuscirono a convincere Angelo Angelotti (che già in passato era stato legato alla famigerata banda romana e che, nel 1981, con le sue “soffiate” aveva permesso a Danilo Abbrucciati di uccidere Massimo Barbieri) a fissare un appuntamento con Renatino il 2 febbraio 1990 a via del Pellegrino, nei pressi di Campo de’ Fiori a Roma. Appena finita la conversazione con Angelotti, De Pedis salì sul suo motorino ma venne affiancato al civico 65 di via del Pellegrino da una potente motocicletta con a bordo due killer che gli spararono un solo colpo alle spalle uccidendolo all’istante davanti ad alcuni passanti.


Addio a Dustin Diamond, star di ‘Bayside School’

Covid, quante persone si sono vaccinate: in Italia somministrate 2 milioni di dosi. La mappa in tempo reale