Il 20 agosto 1966 Enrico Letta nasce a Pisa. Nipote di Gianni, docente universitario, ha intrapreso la carriera politica nella Dc fino a arrivare a Palazzo Chigi.

Tra i Presidenti del Consiglio che si sono alternati nella storia della Repubblica Italiana c’è anche Enrico Letta, anche se il suo mandato è durato soltanto qualche mese, dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014: fu poi sfiduciato dai suoi stessi colleghi di partito e da Matteo Renzi, nonostante l’ormai celebre “Stai sereno” dell’ex sindaco di Firenze. E’ poi tornato alla guida del Partito Democratico nel 2021. Dalla biografia alla vita privata, vediamo ora tutto quello che c’è da sapere su di lui.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Enrico Letta: la biografia

Enrico Letta nasce a Pisa il 20 agosto 1966, trascorre parte dell’infanzia a Strasburgo, ma poi rientra nella città toscana per laurearsi in Scienze Politiche, perfezionando gli studi al Sant’Anna.

Enrico Letta
ettaEnrico Letta

È stato professore a contratto presso l’Università Carlo Cattaneo tra il 2001 e il 2003, presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa nel 2003 e presso l’École des hautes études commerciales di Parigi nel 2004. E’ nipote di Gianni Letta, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri dei governi Berlusconi.

La carriera politica di Enrico Letta

Inizia l’attività politica fin da giovane, nella Democrazia Cristiana. È stato presidente dei Giovani democristiani europei tra il 1991 e il 1995, prima di passare al Partito Popolare Italiano.

Poco più che trentenne, è nominato ministro per le politiche comunitarie del governo D’Alema I (1998-1999), poi ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato nei Governi D’Alema II e Amato II (1999-2001).

Eletto parlamentare europeo nel 2004, lascia Bruxelles nel 2006 per rivestire l’incarico di sottosegretario alla presidente del Consiglio con Prodi, succedendo proprio allo zio Gianni.

Enrico Letta presidente del Consiglio

Vicesegretario nazionale del Partito Democratico nel 2009, dopo l’esito delle elezioni politiche del 2013 il suo nome trova la quadra per superare l’impasse all’interno del Parlamento, trovando il sostegno anche di Silvio Berlusconi, che appoggia l’esecutivo con la partecipazione di propri membri. Il Governo Letta avrà tuttavia breve durata: a fine settembre i ministri del Pdl escono dall’esecutivo e a febbraio 2014 la Direzione Nazionale del Pd, su impulso di Matteo Renzi, lo sfiducia de facto, portando alle dimissioni in favore proprio dell’ex sindaco di Firenze.

In seguito, Enrico Letta ha ripresa l’attività accademica trasferendosi a Parigi e periodi di ricerca tra gli Stati Uniti e l’Australia.

Nel marzo 2021 Enrico Letta si candida alla Segreteria del Partito democratico in seguito al passo indietro di Nicola Zingaretti.

Enrico Letta: la vita privata

“Separo la vita privata da quella professionale, proteggo la mia famiglia e i miei figli dal mio ruolo pubblico, e non amo parlare di loro nelle interviste” aveva spiegato Enrico Letta nel corso di un’intervista rilasciata a Vanity Fair.

Del leader del PD è però noto che si è sposato due volte: la prima quando aveva 24 anni ma sei anni dopo si è poi separato. Si è poi sposato in seconde nozze con Gianna Fregonara. Chi è la moglie di Enrico Letta? E’ una giornalista del Corriere della Sera, i due hanno avuto anche tre figli, Giacomo, Lorenzo e Francesco.

3 curiosità su Enrico Letta

E’ tifoso del Milan

Ama leggere e Marcello Fois, Gianrico Carofiglio sono alcuni dei suoi scrittori preferiti.

Ama i fumetti di Dylan Dog

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-09-2022


Dalla televisione alla politica: chi è Carlo Calenda

Speciale elezioni 2022: cos’è il tagliando antifrode sulla scheda elettorale?