Peugeot spinge la rivoluzione green di Stellantis: entro il 2030 venderà solo auto elettriche in Europa.

Svolta green per la Peugeot che entro il 2030 completerà la rivoluzione verde entro il 2030, quando venderà solo auto elettriche. La casa automobilistica del Leone spinge la trasformazione Green in casa Stellantis e anticipa addirittura di cinque anni la scadenza fissata dall’Unione europea.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Dal 2030 Peugeot venderà solo auto elettriche in Europa

Con il passaggio alle nuove piattaforme STLA di taglia piccola, media e grande stiamo lavorando affinché entro il 2030 tutti i nostri modelli venduti in Europa siano elettrici“, ha dichiarato Linda Jackson parlando ai microfoni di Automotive News. Il Ceo ha poi fatto sapere che fuori dal mercato europeo continuerà la vendita delle auto tradizionali, quindi con motore a combustione.

I propositi sono ambiziosi ma va detto che Peugeot parte da una posizione avvantaggiata, avendo il 70 della gamma già elettrificato. Significa che più della metà della gamma della casa automobilistica francese è disponibile in versione elettrica o ibrida ricaricabile.

Ma la strada da percorrere è ancora tanta. Basti pensare che ad oggi, per quanto riguarda la 208, l’auto della casa automobilistica più venduta in Europa, solo il 20% degli acquirenti ha optato per la versione a batteria. Gli altri restano fedeli alla versione tradizionale, sia per motivi di costi che per motivi psicologici, in quanto si ritiene che la versione elettrica di una macchina sia meno affidabile di quella tradizionale. Va anche detto che il 20% è un dato in linea se non addirittura superiore con le aspettative dei vertici della casa automobilistica.

Ricarica auto elettrica
Ricarica auto elettrica

La strategia di Stellantis

Peugeot riveste così un ruolo di primissimo piano nella strategia di Stellantis, il colosso nato dalla fusione tra Fca e Psa. Tavares, pur evidenziando le criticità di questa rivoluzione green, caratterizzata da costi elevati e spese ridotte, ha chiarito che l’obiettivo del gruppo è quello di vendere in Europa oltre il 70% di auto non inquinanti o a basse emissioni.

Si tratta evidentemente di un piano ambizioso ma necessario. Al momento Stellantis è in lieve ritardo rispetto a molti competitor per quanto riguarda la rivoluzione green. Ma se effettivamente il gruppo raggiungesse gli obiettivi prefissati si ritroverebbe ad occupare una posizione di vertice nel mercato del futuro, anticipando anche diversi gruppi concorrenti che oggi sembrano in discreto vantaggio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-12-2021


Riforma Irpef 2022, chi ci perde e chi ci guadagna

Le nuove regole del Superbonus, niente visto di conformità con il 730 precompilato