Erdogan minaccia Israele "se colpirà Hamas in Turchia"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Erdogan minaccia Israele “se colpirà Hamas in Turchia”

Erdogan minaccia Israele “se colpirà Hamas in Turchia”

Il presidente turco Erdogan è ben disposto ad organizzare una conferenza di Pace, ma se Israele attacca pagherà a caro prezzo.

Buoni sì, ma non stupidi. E in un momento così delicato in cui è possibile aspettarsi ormai di tutto, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan mette in guardia l’Israele sulle conseguenze che avrebbe un suo eventuale attacco in Turchia.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Recep Tayyp Erdogan

La strategia dell’Israele

Come riferisce la Cnn, Israele potrebbe terminare la fase dura delle operazioni militari contro Hamas entro gennaio. A quel punto, passerebbe ad una strategia più localizzata, per colpire i leader e i militanti dell’organizzazione terroristica.

E’ stato il capo dello Shin Bet, Ronen Bar, ad affermare alla tv pubblica israeliana Kan che Tev Aviv “eliminerà gli alti dirigenti” di Hamas ovunque si trovino. Citando Libano, Qatar e Turchia. Arriva presto la risposta del presidente Erdogan, che avverte l’esercito israeliano di non fare passi falsi.

Erdogan minaccia: “Se colpiranno la Turchia…”

“Se osano fare una mossa del genere contro la Turchia, pagheranno un prezzo tale che non saranno più un grado di riprendersi, minaccia Israele il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

“Chi tenta di fare cose simili non dovrebbe dimenticare che le conseguenze possono essere molto gravi“, aggiunge il premier, rivendicando i progressi del suo Paese sia in materia di “intelligence” che nel campo della “sicurezza” in generale. Poi ha aggiunto: “Non siamo uno Stato appena nato”.

Una “mancanza di rispetto” verso i palestinesi

Per quanto riguarda la guerra a Gaza, la Turchia si è detta pronta a organizzare una conferenza di pace e a fare da Paese garante, a patto che “vogliano davvero la pace”. Tuttavia, Erdogan respinge il progetto di istituire una zona cuscinetto a Gaza dopo la fine dei combattimenti, in quanto tale piano è “irrispettoso” nei confronti dei palestinesi.

“Ritengo che anche solo parlare delle affermazioni secondo cui Israele istituirà una zona cuscinetto a Gaza sia una mancanza di rispetto nei confronti dei miei fratelli palestinesi, non è un piano di cui parlare. Queste terre sono dei palestinesi. Il popolo palestinese decide di quello che accadrà e chi governerà”, dichiara il presidente Turco.

Erdogan: “Israele pagherà per i crimini di guerra”

Per il presidente Erdogan, prima o poi l’omologo israeliano Benjamin Netanyahu pagherà per “i crimini di guerra che ha commesso. Netanyahu non potrà evitare di pagare per le sue azioni”.

“Se non fosse per il sostegno a Israele da parte di tutti i Paesi occidentali, soprattutto gli Usa, non ci sarebbe una situazione del genere nella regione”. Per il presidente turco, il futuro di Gaza dopo la guerra sarà deciso dal popolo palestinese e che Israele deve restituire i territori che occupa.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2023 16:16

Con Dog Heroes il cibo per cani più fresco d’Italia arriva a domicilio

nl pixel