L'eredità degli Elkann: tra milioni all'estero e il giallo dei quadri di Marella
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

L’eredità degli Elkann: tra milioni all’estero e il giallo dei quadri di Marella

John Elkann

Scoperte finanziarie e artistiche gettano nuova luce sull’eredità Agnelli, coinvolgendo John, Lapo e Ginevra Elkann.

Nel cuore delle dinamiche finanziarie e familiari degli Elkann, emergono nuovi dettagli che accendono l’attenzione su un patrimonio di notevole entità tracciato all’estero. Secondo quanto riportato dal Fatto Quotidiano, sarebbero stati individuati circa 900 milioni di euro in fondi offshore. Parte dei quali direttamente riconducibili a John Elkann, presidente di Stellantis, e una quota che potrebbe collegarsi ai suoi fratelli Lapo e Ginevra.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

John Elkann
John Elkann

La divisione dei fondi

La rivelazione solleva questioni non solo economiche ma anche familiari, con una cifra iniziale di 500 milioni attribuita a John Elkann e ulteriori 400 milioni che si ipotizza possano essere legati agli altri membri della famiglia. Queste somme, gestite tramite complesse strutture fiduciarie estere, potrebbero essere la punta dell’iceberg di un’eredità ben più ampia e controversa.

Il contenzioso di Margherita Agnelli

Il contesto si arricchisce di ulteriori sfaccettature con le affermazioni di Margherita Agnelli, madre degli Elkann, la quale sostiene di essere stata ingannata nel 2004. Accettando un patto successorio da 1,3 miliardi di euro, le sarebbe stata celata una porzione significativa del patrimonio di famiglia, originariamente appartenuto ai genitori, l’Avvocato Gianni Agnelli e Marella Caracciolo.

Parallelamente alle indagini finanziarie, emerge un mistero legato a delle opere d’arte. Durante perquisizioni effettuate di recente, sono stati scoperti alcuni quadri appartenenti al patrimonio familiare. Le indagini, condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria, potrebbero presto chiarire il valore effettivo di queste opere. Aggiungendo un ulteriore tassello alla complessa vicenda ereditaria degli Elkann.

Queste scoperte alimentano il dibattito su questioni di trasparenza finanziaria e governance familiare, riflettendo le sfide che grandi dinastie come gli Agnelli affrontano nel gestire eredità di tale magnitudine. Mentre si attendono ulteriori sviluppi, la comunità finanziaria e il pubblico rimangono in attesa di capire le vere dimensioni di questa eredità e le possibili implicazioni per i protagonisti coinvolti.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2024 14:17

Dipendenza digitale, Feltri senza freni: le dure parole

nl pixel