Esplosione in un’azienda a Gubbio, cinque persone sotto le macerie. Tre feriti e due decessi.

Grave incidente sul lavoro a Gubbio, dove si è registrata un’esplosione in una azienda che, stando a quanto appreso, si occupa della produzione di cannabis legale, probabilmente a scopo terapeutico. Il bilancio aggiornato è di tre feriti e due morti.

A nome mio e dell’intera comunità umbra esprimo la più sincera vicinanza ai lavoratori, e alle loro famiglie, coinvolti nell’esplosione avvenuta nell’Eugubino questo pomeriggio“, ha dichiarato la Presidente della Regione Donatella Tesei.

Esplosione in un’azienda a Gubbio, 5 persone sotto le macerie

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio del 7 maggio nella in un’azienda di Gubbio. La società, stando a quanto appreso, si occuperebbe della produzione di cannabis legale. Le esplosioni, secondo le prime informazioni raccolte, sono avvenute in un laboratorio interno allo stabilimento e hanno causato il cedimento del solaio. Cinque persone sono rimaste sotto le macerie in seguito al crollo.

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco

Le operazioni di soccorso

Immediato l’intervento sul posto dei vigili del fuoco e dei soccorritori. Nei primi minuti delle operazioni di soccorso, due persone sono stati estratte dalle macerie e trasportate in ospedale per accertamenti. Secondo quanto riferito da la Nazione, una delle prime persone estratte dalle macerie sarebbe in gravi condizioni e sarebbe stata trasferita in gravi condizioni. Estratte le prime persone, soccorritori hanno continuato a scavare tra le macerie alla ricerca dei dispersi.

Il bilancio

Il bilancio conta tre feriti e due decessi. Non ci sarebbero altre persone sotto le macerie.

Le cause dell’incidente

Ancora non sono state chiarite le cause dell’incidente. L’ipotesi più accreditata è che a causare l’esplosione sia stata una fuga di gas nel laboratorio utilizzato per lavorare la cannabis a scopo terapeutico.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 07-05-2021


Questa storia Instagram blocca gli iPhone e rallenta i dispositivi Android

AstraZeneca, la Gran Bretagna cambia: sarà offerta un’alternativa agli under 40