Violenta esplosione in un impianto chimico a Leverkusen. Secondo i media locali ci sono diversi feriti. Preoccupa la densa colonna di fumo nero.

Allarme in Germania per un’esplosione nei pressi di un impianto della Bayer a Leverkusen. L’esplosione è avvenuta intorno alle dieci di mattina. Per la precisione l’esplosione è avvenuta nel parco chimico Chempark, che ospita diverse aziende chimiche fra cui la Bayer.

Secondo le prime informazioni comunicate dai media locali, diverse persone sarebbero rimaste ferite. La Protezione Civile ha classificato l’evento altamente pericoloso. La preoccupazione interessa soprattutto la densa colonna di fumo nero che si è levata dallo stabilimento dopo l’esplosione. Il timore è che possa trattarsi di una nube tossica o comunque con considerevole percentuale di tossicità.

Germania, esplosione e incendio in un impianto chimico a Leverkusen: da chiarire le cause

L’esplosione all’interno dell’impianto chimico a Leverkusen è avvenuto intorno alle dieci di mattina. Al momento non sono note le cause. Secondo quanto riferito da Rtl, l’esplosione ha interessato un impianto utilizzato per l’incenerimento di rifiuti pericolosi. A preoccupare è la densa colonna di fumo nero che si è levata dal luogo dell’incidente.

Di seguito uno dei video pubblicati sulla rete.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Il bilancio: ci sono feriti

Secondo il primo bilancio riportato dai media locali, nell’esplosione sarebbero rimaste coinvolte diverse persone e ci sono diversi feriti. Non sono note al momento le condizioni dei feriti.

Nel corso della mattinata, la società che gestisce l’impianto nel quale è avvenuta l’esplosione ha comunicato che il bilancio conta due morto, diversi dispersi e sedici feriti.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Preoccupa la densa colonna di fumo nero. Le autorità invitano i residenti a tenere chiuse le finestre

La preoccupazione principale riguarda la densa colonna di fumo nero. Le autorità hanno invitato i residenti della zona a tenere chiuse le porte e le finestre e a non uscire di casa se non per motivi di necessità. Inoltre l’invito è a non avvicinarsi alla zona dell’incidente, messa in sicurezza dalle autorità, che hanno bloccato anche un tratto dell’A1.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 27-07-2021


Covid, 150 bambini morti in una settimana. La strage in Indonesia

Covid, record di casi a Tokyo: è l’effetto Olimpiadi