Il deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami ha presentato un esposto contro la “sardina” Mattia Santori perché “coltiva marijuana”.

Il dibattito sulla legalizzazione della cannabis è un punto caldo della società italiana. Se nell’ultimo anno circa 6,5 milioni di italiani hanno fatto uso di cannabis almeno una volta, l’ipocrisia e il conservatorismo di alcuni schieramenti della politica italiana hanno bloccato il progresso legato alla legalizzazione della marijuana. Non solo: la stigmatizzazione verso i consumatori di cannabis è ancora fortemente diffusa in Italia, in quanto c’è molta disinformazione legata alla marijuana, ai suoi effetti e ai consumatori di tale pianta. Ebbene, su questa scia arriva una notizia interessante: il deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami ha presentato un esposto nei confronti di Mattia Santori, leader delle “sardine”, in seguito alle dichiarazioni di Santori legate al suo consumo e alla sua coltivazione di marijuana.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Santori

In merito al suo rapporto con la marijuana, Mattia Santori ha dichiarato di fumare dalle superiori. Rispetto alla coltivazione di cannabis, la “sardina” ha affermato quanto segue. “Studiavo economia, da quando i miei amici hanno iniziato a fare uso di cannabis mi sono accorto che l’offerta non era trasparente, al contrario della domanda. Ho iniziato ad autoprodurmela per gioco poi ho capito il valore del gesto. Mi ha permesso di non comprare mai sul mercato nero, piuttosto non fumavo. È la dimostrazione che non è dipendenza”.

Foglia Cannabis
Foglia Cannabis

In merito alla possibilità di essere denunciato per la sua coltivazione di cannabis, Santori ha dichiarato quanto segue. Deve partire la denuncia, non mi è stato notificato nulla. Oggi in consiglio comunale dirò: “Denunciatemi pure, denunciando me denunciate un sistema ingiusto”. Porterò la mia storia giudiziaria sul tavolo dei decisori politici mentre si discute il disegno di legge in Parlamento, se fosse in vigore la situazione non si sarebbe verificata. Sia chiaro che la mia è una provocazione che fa parte di una filiera politica grazie alla quale ora stiamo discutendo in Parlamento. Senza Riccardo Magi di +Europa non ci sarebbe la provocazione di Santori. C’è un disegno che da due anni aspetta, qualcuno vorrebbe che neanche si votasse”.

L’esposto di Bignami

Galeazzo Bignami (FdI) ha preso in parola Santori, presentando un esposto nei suoi confronti alla Procura della Repubblica di Bologna. “In relazione alle notizie diffuse dalla stampa e relative alle dichiarazioni del Signor Mattia Santori il quale ha pubblicamente riferito di essere abituale consumatore di ‘canne’ e di essere dedito alla coltivazione di piante di marijuana per uso ricreativo”si “espone all’Autorità in indirizzo i fatti come rappresentati dalla stampa al fine della valutazione della sussistenza degli elementi integrativi della condotta sanzionata ai sensi dell’articolo 75 del dpr 309/90 e dell’eventuale adozione dei provvedimenti conseguenti: nonché di ogni altro aspetto ritenuto giuridicamente rilevante in relazione a quanto esposto”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-07-2022


Toti apre cantiere del grande Centro: arriva affondo Berlusconi

Orlando: “I beneficiari del Reddito non scappano dal mercato del lavoro”