Gasperini vuole i quarti di finale, metterà in campo la migliore Atalanta possibile forte dei suoi due risultati su tre disponibili.

Non si pensa al campionato, Gasperini vuole i quarti di Europa League per la sua Atalanta contro il Bayer Leverkusen. Il tecnico pensa di poter arrivare in fondo alla competizione per regalare un trofeo importantissimo alla sua squadra, al suo palmares e alla città di Bergamo oltre che all’Italia. Vanno bene tutti i risultati tranne la sconfitta per il team nerazzurro.

Le assenze le conosciamo, una su tutti fa rumore: Duvan Zapata che sta facendo il diavolo a quattro per rientrare nel mese di aprile. Mese che può rivelarsi fondamentale sia per la corsa alla Champions League sia per l’Europa League, competizione che vincendola porterebbe di diritto la squadra in Champions League.

Gian Piero Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le formazioni per la partita di domani

Gasperini punta al migliore squadra per l’Atalanta attualmente possibile, queste le presumibili scelte del tecnico: Musso in porta, trio di difesa con Toloi, Palomino e il rientro dal primo minuto di Demiral. Esterni di centrocampo a tutta fascia saranno Hateboer e Zappacosta da destra a sinistra.

Le mediana dell’Atalanta è quella delle grandi occasioni, De Roon e Freuler. A supportare Luis Muriel, ci saranno l’ucraino Malinovskyi e Koopmeiners sempre più giocatore multi ruolo.

Il Bayer Leverkusen perde fino a fine stagione Wirz per la rottura del legamento crociato e Frimpong, Kossounou e soprattutto il capocannoniere Schick. La formazione quindi scelta da Seone è la seguente: Hradecky in porta, terzini Fosu Mensah a destra e Bakker a sinistra. Centrali di difesa Tapsoba e Tah. Mediana con Demirbay e Aranguiz. Trequarti con il pericolosissimo Diaby, Palacios e Adli. Terminale offensivo centrale Alario.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 16-03-2022


Atalanta, De Roon: “Gasperini? La sua mentalità fa la differenza”

Mercato Milan: le mosse in difesa tra Botman e Bremer