Il mistero di Evi Rauter, la ragazza scomparsa nel 1990, ad oggi sembra essere quasi risolto. Resta da capire la dinamica dell’omicidio.

Evi Rauter, è la ragazza trovata impiccata in Spagna nel 1990. Si tratta di un caso irrisolto, e l’indagine potrebbe essere riaperta in Italia. La ragazza è stata trovata senza vita in una pineta di Portbou, un paese spagnolo che si trova al confine con la Francia. Per ben 32 anni, il corpo della ragazza non è stato identificato.

Durante questi anni, i familiari di Evi Anna Rauter, una ragazza altoatesina, non hanno avuto sue notizie. Al momento della scomparsa Evi Rauter aveva soltanto 19 anni. Le indagini sono rimaste in sospeso, e ad oggi, dopo 32 anni, si è scoperto che i due casi sono collegati. Il corpo della ragazza ritrovata nei boschi è proprio quello di Eva Rauter.

Ancora l’identificazione non è stata resa ufficiale, in quanto mancherebbe solo la comunicazione ufficiale delle autorità. Sembra però trattarsi a tutti gli effetti della ragazza scomparsa, ed il riconoscimento sarebbe solo un passaggio formale e burocratico.

Polizia
Polizia

Attualmente gli accertamenti delle forze dell’ordine e della Guardia Civil sono ancora in corso. Sono state avviate le procedure per l’identificazione del corpo della ragazza. A supporto dell’identificazione, per ora ci sono soltanto le impronte digitali e le foto post mortem della ragazza, a cui non era mai stato prelevato il dna.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La scomparsa

Evi Rauter, aveva soltanto 19 anni quando è scomparsa. Si era appena diplomata quando è scomparsa. Il 3 settembre del 1990, uscì dallo studentato di Firenze, dove era ospite di sua sorella per qualche giorno. Le ultime parole della ragazza sono state: “Vado a Siena, torno questa sera”, scritte su un foglietto lasciato per sua sorella. Ma Eva Rauter non rincasò più.

Le dichiarazioni della sorella di Evi

Stando alle indagini, la ragazza sarebbe morta 24 ore dopo la sua scomparsa, a Portbou. È stata la sorella di Eva ad identificarla, confermandolo anche dopo essere stata chiamata dalla presentatrice di Crims, un programma del canale privato Austria TV.

“Ora dopo 32 anni sappiamo che è mia sorella ma non sappiamo cosa sia successo in quelle 20 ore tra quando ha lasciato il mio appartamento a Firenze ed è arrivata in Spagna? È un mistero. Io e la mia famiglia siamo convinti che si tratti di Evi, ma non abbiamo nessun documento ufficiale della polizia”. Sono queste le dichiarazioni rilasciate dalla sorella di Evi Rauter.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-05-2022


Strage in diretta social, era programmata da mesi

Hocine, morto a 27 anni. La famiglia: “Aiutateci a riportarlo in Algeria”