Il Sole 24 Ore - Ex Ilva, il contratto dà ragione ad ArcelorMittal

Il Sole 24 Ore – Ex Ilva, il contratto sembra dare ragione ad ArcelorMittal

Ex Ilva, il contratto dà ragione ad ArcelorMittal. Secondo Il Sole 24 Ore l’azienda può rescindere l’accordo firmato nel giugno 2017.

ROMA – Ex Ilva, il contratto dà ragione ad ArcelorMittal. A svelare tutti i dettagli di questa trattativa è stato Il Sole 24 Ore. Il giornale economico ha avuto la possibilità di consultare le carte e sottolinea come la multinazionale ha la possibilità di rescindere l’accordo firmato nel giugno 2017 e modificato poco più di un anno dopo (settembre 2018).

Il contratto

Il quotidiano economico precisa che sul contratto è prevista la possibilità di rescissione in caso di mancato rispetto degli accordi previsti. E la rimozione dell’immunità rientra in questi punti previsti nel lungo testo che è stato visionato da Il Sole 24 Ore.

L’affittuario – si legge in un passaggio del testo – potrà altresì recedere dal contratto qualora un provvedimento legislativo o amministrativo, non derivante da obblighi comunitari, comporti modifiche al Piano Ambientale come approvato con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 settembre 2017 che rendano non più realizzabile, sotto il profilo tecnico e/o economico, il Piano Industriale“. Parole semplici che confermano la possibilità di ArcelorMittal di rescindere il contratto in caso mancato rispetto degli accordi da parte di Roma.

ArcelorMittal Ilva
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ArcelorMittalItalia

Previsti altri incontri

Il contratto, almeno secondo quanto scritto da Il Sole 24 Ore, dà ragione ad ArcelorMittal anche se il governo non sembra intenzionato a fare un passo indietro sulla vicenda. Possibili nelle prossime ore altri vertici per cercare di arrivare ad una fumata bianca che al momento sembra essere molto complicata.

La multinazionale, forte dell’accordo, sembra intenzionata a lasciare l’Italia. La rimozione dello scudo penale può essere considerata come un autogol da parte di Roma che non ha rispettato i termini del contratto firmato del 2017. Solo la reintroduzione potrebbe risolvere la situazione visto che in quel caso non ci sarebbero motivi validi per ArcelorMittal per lasciare il nostro Paese.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/ArcelorMittalItalia

ultimo aggiornamento: 10-11-2019

X