F1, Verstappen torna a parlare della sfida con Hamilton che l’ha visto Campione del Mondo nel 2021 con la sua Red Bull.

Lo scorso campiona mondiale di F1 è stato uno dei più belli in assoluto, la lotta Verstappen-Hamilton è stata avvincente fino all’ultima gara. Quest’anno Verstappen ha iniziato con un ritiro e una vittoria contro Leclerc nel GP dell’Arabia Saudita.

Ma pensando alla scorsa stagione, il sorriso di Max Verstappen si fa vedere così parla a Sky nel ricordo della battaglia con la Mercedes: “Da parte mia, mi è piaciuta la battaglia. In ogni singolo weekend di gara sapevi che dovevi combattere contro di loro. Non potevi permetterti mezzo errore altrimenti sarebbero stati in vantaggio. Viceversa, loro non potevano fare sbagli, altrimenti andavamo in vantaggio noi. C’era tanta pressione su entrambi i box, dovevamo cercare di essere perfetti, ed è molto difficile farlo ogni singolo fine settimana, ma mi è piaciuto molto“.

Max Verstappen
Max Verstappen

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il report di Abu Dhabi

F1, il pilota della Red Bull, Max Verstappen parla del report di Abu Dhabi a Sky Sport News: “Penso che abbiano fatto bene a indagare e a mostrare al mondo i risultati – rivela nell’intervista -. Per me, questo tipo di indagine dovrebbe esserci ogni anno. Esattamente come ogni squadra, ogni organizzazione vuole sempre cercare di migliorare: è un processo abbastanza naturale.”

Conclude il pilota olandese parlando di questa stagione: “Quest’anno c’è un approccio diverso da parte degli arbitri, vogliono essere più chiari su ciò che è permesso e ciò che non lo è, basti pensare ai track limits del Bahrain, che alla fine era la linea bianca. A noi piloti piace sfruttare tutta la pista, ma così sappiamo precisamente fin dove possiamo spingerci“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-04-2022


La Ferrari non è per tutti: alcuni Vip non sono clienti graditi. Ecco chi non può comprarla

F1, Mick Schumacher: “Io volevo davvero avvertire che stavo bene”