Fase 2, scontro nella notte tra Conte e le Regioni sulle linee guida

Scontro nella notte tra il premier Conte e le Regioni

Fase 2 , tensione nella notte tra il Premier Conte e i governatori delle Regioni. Rischiava di saltare tutto.

Scontro tra Conte e le Regioni sulle linee guida. Che ci fosse qualcosa di strano nell’aria lo aveva annunciato nel pomeriggio del 16 maggio il sempre più social governatore della Campania Vincenzo De Luca. Il grande protagonista di queste settimane, con un post su Facebook aveva fatto sapere che dalle parti di Palazzo Chigi, in ottica Dpcm, stava prendendo forma qualcosa di diverso rispetto a quanto concordato solo poche ore prima con le Regioni. Una soffiata poco precisa, forse neanche giusta. Fatto sta che qualcosa accade.

Al punto che i governatori delle Regioni al termine della conferenza stampa di Conte, avrebbero manifestato e rese note a Palazzo Chigi le proprie preoccupazioni. Tanto per usare un eufemismo. Perché stando a quanto riferito da diversi quotidiani i governatori avrebbero minacciato di far saltare tutto costringendo Conte, affiancato da Boccia, a lavorare fino a notte fonda per far rientrare l’emergenza.

Giuseppe Conte
fonte foto https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/

Lo scontro tra Conte e i governatori delle Regioni dopo la conferenza stampa

Stando alle indiscrezioni circolate sulla stampa, il premier sarebbe stato costretto a mettersi al lavoro all’una di notte nel tentativo di risolvere i problemi.

Il problema è quello ormai noto dei protocolli di sicurezza. In base all’accordo tra Roma e le Regioni, l’articolo 6 doveva essere modificato per poter procedere con l’adozione delle linee guida nate dal lungo confronto tra i governatori per avere un piano nazionale. Linee guida che però, come ricostruito dal Corriere della Sera, non sarebbero state allegate al decreto.

Un passaggio mancato che ha portato il governo a un passo dal disastro e che ha costretto il Presidente del Consiglio a fare gli straordinari e lavorare fino a notte fonda, quando l’allarme sarebbe rientrato in seguito a un nuovo accordo tra le parti.

Di seguito il video della conferenza stampa di Giuseppe Conte

Le forze di maggioranza spiazzate dalla ‘fuga in avanti’ di Giuseppe Conte

Il tutto mentre anche la maggioranza di governo continua a discutere. Non sono ancora finite le polemiche sul decreto Rilancio e di tanto in tanto rispuntano quelle sul Mes, altro tema spinoso che prima o poi andrà affrontato.

Intanto i ministri sono rimasti spiazzati dalla decisione di Giuseppe Conte di allentare le rigide norme dell’Inail per agevolare la trattativa con i governatori delle Regioni. Festeggiano i renziani, sorride decisamente meno il ministro della Salute Speranza.

ultimo aggiornamento: 17-05-2020

X