Ferrari accoglie nuovi talenti da Mercedes: cambiamenti e nuovi ruoli
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Ferrari accoglie nuovi talenti da Mercedes: cambiamenti e nuovi ruoli

Frederic_Vasseur

Nuovi cambiamenti nel Ferrari con l’arrivo di Loic Serra e Jerome D’Ambrosio dalla Mercedes. Dettagli sui loro ruoli e sull’impatto.

La Ferrari si rafforza ulteriormente arricchendo la propria squadra con due ex ingegneri Mercedes di alto profilo: Loic Serra e Jerome D’Ambrosio, che entreranno ufficialmente in carica dal 1° ottobre.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Logo della Ferrari nel cavallino
Logo della Ferrari nel cavallino

L’ingresso di Loic Serra a Maranello

Loic Serra, di origine francese, è stato nominato Head of Chassis Performance Engineering, dove lavorerà sotto la guida di Enrico Cardile. Il suo compito sarà quello di coordinare le attività di diversi reparti essenziali come il Track Engineering, lo sviluppo aerodinamico, le operazioni aero e le prestazioni del veicolo. Nato nel 1972, Loic ha una solida formazione in ingegneria meccanica, con studi compiuti ad Aix-en-Provence e Parigi. Dopo aver ottenuto la laurea nel 1996, ha iniziato la sua carriera in Michelin, per poi passare alla Formula 1, collaborando con team come BMW-Sauber e il Mercedes AMG F1 team.

Jerome D’Ambrosio, nuova guida per la Ferrari driver Academy

Jerome D’Ambrosio, belga, ha assunto il ruolo di Deputy Team Principal, rispondendo direttamente al Team Principal Fred Vasseur. Contemporaneamente, Jerome prenderà in mano le redini della Scuderia Ferrari Driver Academy, il prestigioso programma di Maranello dedicato alla crescita dei giovani talenti. La sua carriera come pilota, che ha visto una vittoria in GP2 e tre in Formula E, oltre alla partecipazione a 20 GP di Formula 1 tra il 2011 e il 2012, gli conferisce una profonda conoscenza del mondo delle corse. Fino al 2020, Jerome ha collaborato strettamente con Toto Wolff a Mercedes, occupandosi in particolare del programma per giovani piloti.

Con l’arrivo di questi due professionisti, Ferrari non solo punta a potenziare la propria competitività nel campionato di Formula 1, ma dimostra anche un forte impegno verso l’innovazione e lo sviluppo. La strategia di Maranello di attrarre talenti da team rivali come la Mercedes sottolinea l’importanza di un continuo aggiornamento e adattamento in un ambiente così competitivo come quello delle corse automobilistiche.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2024 17:51

Milan, la strana situazione dei big: Maignan, Leao e Theo Hernandez

nl pixel