Ferrari SF-24 a Suzuka: verdetto imminente tra evoluzione e correzione
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Ferrari SF-24 a Suzuka: verdetto imminente tra evoluzione e correzione

F1 Ferrari

Come il Gran Premio di Suzuka diventerà il banco di prova definitivo per la Ferrari SF-24, determinando la direzione degli aggiornamenti.

La Ferrari SF-24 si avvicina a un momento cruciale della stagione di Formula 1 con il Gran Premio di Suzuka. Questo appuntamento giapponese si rivela essenziale per valutare l’efficacia degli aggiornamenti apportati alla monoposto, distinguendo tra miglioramenti evolutivi o meramente correttivi. Dopo le prime due gare, in cui il dominio di Red Bull ha offuscato i progressi degli avversari, la SF-24 ha dimostrato di essere una degna seconda forza sul campo, grazie alla sua guidabilità e affidabilità, aspetti che hanno permesso a Oliver Bearman di distinguersi già nel Gran Premio dell’Arabia Saudita.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

La gestione degli pneumatici si è rivelata un punto di forza per la SF-24, che ha mostrato buone prestazioni su diversi compound forniti da Pirelli, senza evidenziare problemi significativi di usura. Questo aspetto, unito al miglioramento generale rispetto alla precedente SF-23, sottolinea l’importante passo avanti fatto dalla scuderia in termini di affidabilità e performance.

Ferrari SF24
Ferrari SF24

L’importanza di Suzuka per la Ferrari SF-24

Suzuka rappresenta un test fondamentale per la Ferrari SF-24, un circuito che mette in luce pregi e difetti delle vetture grazie alla sua varietà di curve e cambi di elevazione. La pista, famosa per il suo layout a forma di “8”, presenta sfide tecniche uniche, come le lente curve dell’Hairpin e le rapide sequenze delle “S-Curve”, che espongono eventuali carenze aerodinamiche o telaistiche.

Gli ingegneri di Maranello attendono con ansia questa tappa, considerandola decisiva per valutare l’efficacia degli aggiornamenti apportati alla monoposto. Secondo l’ingegnere britannico Jock Clear, Suzuka servirà a stabilire se la direzione dello sviluppo intrapresa con la SF-24 sia correttiva o evolutiva, basandosi sui risultati ottenuti nei test pre-stagionali e nelle prime gare.

Miglioramenti e aspettative

L’attenzione si concentra non solo sulla gestione degli pneumatici ma anche sulle prestazioni aerodinamiche, sulla potenza, sulla leggerezza e sulla guidabilità della vettura. Il miglioramento dell’handling, in particolare, ha fornito a Charles Leclerc e Carlos Sainz maggiore confidenza al volante, permettendo loro di affrontare curve ad alta velocità con maggiore sicurezza, senza temere instabilità aerodinamiche.

La prestazione della SF-24 a Suzuka sarà dunque determinante per definire il successo degli aggiornamenti implementati e per stabilire se la scuderia italiana potrà effettivamente colmare il divario con la dominante Red Bull. Con l’evoluzione tecnica confermata e le aspettative in aumento, la Ferrari si appresta a vivere un weekend di gara che potrebbe segnare un punto di svolta significativo per la stagione 2024.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2024 18:25

Pierre Kalulu: altro grave infortunio per il difensore del Milan

nl pixel