La scoperta degli uomini della Squadra Mobile di Bologna: feti in barili industriali per lo smaltimento di rifiuti speciali. Indagini in corso.

A Granarolo, Bologna, gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato feti conservati in barili industriali, quelli utilizzati per lo smaltimento di rifiuti biologici speciali. I fusti erano conservati in un capannone della zona industriale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Bologna, scoperti feti in barili industriali per lo smaltimento di rifiuti speciali. I fusti si trovavano in un capannone della zona industriale

La scoperta è stata fatta dagli uomini della Squadra Mobile di Bologna. Gli agenti sono arrivati nel capannone in seguito ad una segnalazione fatta, stando a quanto riferito dalla stampa locale, da un ragazzo che recupera ferro. Il ragazzo, entrato nel capannone, ha trovato i feti nei barili.

Secondo quanto riferito dalla stampa, i feti e i resti umani erano conservati in una quarantina di barili. L’ipotesi più accreditata è che si tratti di uno smaltimento illecito di rifiuti e proprio in questa direzione procedono le indagini degli inquirenti.

Polizia
Polizia

Le indagini degli inquirenti

Gli inquirenti hanno messo l’area sotto sequestro. Sembra, stando alle prime informazioni, che i feti provengano da una struttura scientifica, un laboratorio o una biblioteca di anatomia. I feti erano conservati, sembra, per motivi di studio. I barili sarebbero stati trasportati nel capannone da una ditta di traslochi in seguito ad una ristrutturazione.

Gli uomini della Squadra Mobile hanno iniziato ad ascoltare i primi testimoni per fare il punto sulla vicenda. L’ipotesi di reato è quella di smaltimento illecito di rifiuti speciali.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-02-2022


Vaccino Covid obbligatorio, niente multe… per colpa della privacy

Regno Unito, sale a 9 il bilancio delle vittime causate dalla tempesta Eunice