Il figlio di Salvini sulla moto d'acqua, indagati i poliziotti

Il figlio di Salvini sulla moto d’acqua, chiesta l’archiviazione per gli agenti

Il figlio di Salvini sulla moto d’acqua, indagati i tre poliziotti della scorta dell’ex ministro dell’Interno.

RAVENNA – Il figlio di Salvini sulla moto d’acqua, indagati i tre poliziotti. La Procura nella giornata di mercoledì 18 settembre 2019 n.d.r. ha interrogato alla presenza degli avvocati i tre poliziotti della scorta dell’ex ministro dell’Interno per chiarire meglio quanto successo il 30 luglio a Milano Marittima. Alla conclusione delle indagini il magistrato titolare dell’inchiesta ha chiesto l’archiviazione per gli agenti.

Il filone dell’indagine non fa riferimento alla presenza del figlio del leader della Lega sulla moto della polizia ma l’aggressione verbale e fisica al reporter di Repubblica. Le accuse, infatti, sono di violenza privata, tanta o consumata e peculato d’uso. Nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità sulla vicenda.

Figlio di Salvini sulla moto d’acqua, indagati i tre agenti

Nelle scorse settimane la Procura di Ravenna ha aperto un’inchiesta per identificare gli agenti che facevano parte di questa scorta. Si tratta di militari appartenenti alle Questure di Livorno e Roma che hanno ricevuto gli atti per aprire un’indagine interna.

Nei prossimi giorni gli agenti potrebbero essere ascoltati dalle rispettive Procure per provare a chiarire meglio quanto successo quel giorno a Milano Marittima. Per loro si prospetta una sanzione disciplinare visto che un processo sembra essere una ipotesi molto remota dopo la richiesta di archiviazione.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it

La ricostruzione della vicenda

La vicenda risale allo scorso 30 luglio 2019 quando a Milano Marittima il figlio di Matteo Salvini è salito su una moto d’acqua della polizia. Polemica per la reazione da parte degli agenti di scorta che hanno vietato al video-maker di Repubblica di riprendere l’erede dell’ex ministro dell’Interno.

Gli agenti della scorta sono stati indagati e presto saranno ascoltati dagli inquirenti per provare a ricostruire meglio quanto successo a Milano Marittima. Al momento non c’è nessuna accusa formulata e le Questure di Roma e Livorno dovranno nelle prossime ore approfondire meglio la vicenda.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 20-10-2019

X