Campagna di vaccinazione, il Commissario Figliuolo frena sulla somministrazione del vaccino in vacanza: “Programmare ferie in base all’appuntamento”.

Il Commissario all’emergenza Figliuolo frena sulla somministrazione del vaccino in vacanza e consiglia di organizzare le ferie in base all’appuntamento vaccinale. Una sorta di passo indietro rispetto a quanto ipotizzato nei giorni e nelle settimane precedenti, quando si lavorava al progetto di organizzare la somministrazione dei vaccini in vacanza. La sensazione è che l’organizzazione a livello nazionale sia troppo complessa, quindi si potrebbe procedere solo con iniziative di singole Regioni. Luca Zaia ad esempio ha fatto sapere che il Veneto è pronto a vaccinare i suoi turisti. E ovviamente la possibilità di vaccinarsi diventa un incentivo al mondo del turismo.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Vaccino in vacanza, Figliuolo frena le Regioni: “Programmare le ferie in base all’appuntamento vaccinale”

Molte Regioni, cavalcando la proposta della somministrazione del vaccino in vacanza, avevano chiesto un maggior numero di dosi e una redistribuzione delle dosi a disposizione in base ai flussi turistici. La struttura commissariale sarebbe arrivata alla conclusione che la redistribuzione delle dose in base al turismo potrebbe non essere semplice da effettuare.

Da qui la frenata del Commissario all’emergenza Figliuolo. Il Generale, che ha invitato i presidenti delle Regioni a non cedere alla propaganda, ha consigliato di organizzare le ferie estive in base all’appuntamento vaccinale.

Francesco Paolo Figliuolo
Francesco Paolo Figliuolo

AstraZeneca e Pfizer, i tempi per la somministrazione della seconda dose del vaccino

Intanto si continua a ragionare sui tempi per la somministrazione della seconda dose del vaccino. Il Commissario Figliuolo ha ricordato che chi ha ricevuto AstraZeneca potrà fare la seconda dose in un intervallo di tempo tra 4 e 12 settimane. Per chi invece ha ricevuto un vaccino mRNA (Pfizer ad esempio) la somministrazione della seconda dose può slittare a 42 giorni di distanza dalla somministrazione della prima dose. Come indicato dal Comitato Tecnico Scientifico e come suggerito anche dall’Ema.

TAG:
vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 19-05-2021


Coprifuoco, cambiano le regole

Covid, in Spagna seconda dose con Pfizer per chi ha ricevuto AstraZeneca