Finale Coppa Italia 2020, le dichiarazioni di Gattuso alla vigilia: “La Juventus ha la vittoria nel Dna”.

ROMA – Alla vigilia della Finale di Coppa Italia Gattuso ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport: “Non c’è un momento migliore per affrontare la Juventus – ha detto il tecnico del Napoli – del resto vincere fa parte del loro Dna. Noi dobbiamo essere molto bravi e portargli rispetto ed usare le nostre armi. Perché loro hanno una grande mentalità e tanti giocatori esperti. Sarà comunque una sfida molto dura“.

Un passaggio anche su Maurizio Sarri: “A me piace molto. Non ho mai negato di aver fatto tanti copia-incolla di come gioca. Mi piace come tiene la palla della difesa, è stato tra i primi a palleggiare in Serie A. Mi piace tutto. Da quelli bravi hai sempre da imparare“.

Il litigio con Lozano

Gattuso si è soffermato anche con i problemi avuti con Lozano: “Chi è stanco, chi non è lucido di testa, può stare nello spogliatoio e per non succede niente se perde un giorno. Sanno che quando fischio l’inizio dell’allenamento voglio gente che va a mille all’ora. Non permetto a nessuno di rovinare la seduta“.

In conclusione un ringraziamento ai tifosi: “In questi giorni la gente è stata molto vicina a me e alla mia famiglia. Noi possiamo dargli una gioia grande. E dobbiamo dare il massimo per noi e per tutta la città“.

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso

Il Napoli ‘punta’ alla Coppa Italia

Il Napoli vuole ripartire nel migliore dei modi e cercare di conquistare la Coppa Italia. Si prospetta una partita molto complicata con la Juventus visto che i bianconeri hanno dimostrato di avere una grande qualità. Gattuso proverà a rovinare la festa a Sarri anche se dovrà rinunciare ad Ospina che in stagione ha dimostrato di essere una sicurezza per i partenopei.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news Gennaro Gattuso Juventus-Napoli Napoli

ultimo aggiornamento: 16-06-2020


Sarri, “Mi girano leggermente i cogl… quando sento dire che io non ho vinto niente in Italia”

Cinquant’anni fa Italia-Germania 4-3, la partita del secolo giocata il 17 giugno 1970