L’allenatore della Fiorentina, Italiano ha parlato alla vigilia della partita contro l’Inter. Queste le parole del tecnico siciliano.

Il tecnico della Fiorentina, presenta così la sfida contro l’Inter, queste le parole di Italiano: “Servirà attenzione ai massimi livelli, l’approccio deve essere giusto: ovvero dobbiamo presentarci con una certa idea, dobbiamo essere umili, dobbiamo correre e rincorrere, l’Inter è una delle squadre più forti d’Italia. Dobbiamo arrivare a San Siro da squadra umile, rispettando la bravura degli avversari.

Aggiunge: “Noi siamo in crescita, in campionato ci sono dei momenti. Abbiamo alternato alti e bassi, ma la squadra per me è migliorata tantissimo nel corso del campionato. Dobbiamo migliorare in tante cose però, come nei gol o nella gestione della partita”.

Parlando dell’Inter: “Non è in crisi, l’ultima in casa ha vinto 5-0, a Torino puoi pareggiare anche se ti chiami Inter. Se andiamo a San Siro pensando che l’Inter è in crisi, abbiamo perso in partenza. Noi dobbiamo uscire da San Siro a testa alta”.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Italiano parla dei singoli elementi

Così il tecnico della Fiorentina Italiano, parla di Bonaventura: “Ha ancora un problema, ha lavorato a parte ma non ha recuperato. Non è a disposizione, come non è a disposizione Amrabat che è influenzato”.

Su Arthur Cabral invece: “Non lo so, varia da calciatore a calciatore, anche in base al loro carattere. Il ragazzo si allena, ha voglia di entrare in condizione e nei nostri meccanismi. È un ragazzo giovane, c’è tutto il tempo per entrare bene nei nostri meccanismi, noi da parte nostra ci mettiamo tutta la pazienza possibile”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 18-03-2022


Italia, playoff: ecco i convocati di Roberto Mancini, c’è Locatelli

Juventus: le cause del disastro in Champions League