Flash Player su Google Chrome: come riattivarlo

Adobe Flash player è integrato in Chrome ma, già da diversi mesi, è bloccato di default. Ecco come riattivarlo per un sito di cui ci fidiamo.

chiudi

Caricamento Player...

Già da qualche tempo chi visita i siti che richiedono Flash Player hanno problemi di visualizzazione, e la situazione è sempre più evidente con i nuovi aggiornamenti. Dal momento che ci sono ancora numerosi siti che ne fanno uso, in particolare quelli meno aggiornati o con risorse limitate, ecco come riattivarlo.

Riattivare Flash Player su Google Chrome su un sito specifico

In realtà, il Flash Player integrato in Chrome è ancora presente solo che, come impostazione predefinita, è bloccato per tutti i siti. Per meglio dire, Google ha deciso di trasformarla in una funzionalità opt-in: dobbiamo cioè essere noi a decidere di attivarla. Se vogliamo attivarlo definitivamente per un sito di cui ci fidiamo, lo possiamo fare in tre semplici passaggi.

Riattivare Flash Player su Chrome
Riattivare Flash Player su Chrome – i passaggi principali

Come prima cosa (1), facciamo clic sull’icona a sinistra dell’indirizzo. Ricordiamo che un lucchetto verde significa che la connessione è completamente su protocollo HTTPS e quindi più sicura, mentre una specie di “I” significa che alcuni elementi usano il vecchio protocollo. Non è necessariamente un problema, in particolare per i siti che usano tecnologie meno recenti, ma muoviamoci sempre con attenzione.

Nell’elenco che si apre, troviamo la voce Flash e facciamo clic (2) su Chiedi (predefinita). si aprirà un piccolo menu in cui dobbiamo scegliere Consenti sempre su questo sito (3).

In questo modo avremo attivato in modo permanente il plugin di flash player su Chrome per il sito che stiamo visitando. Ricordiamoci che la tecnologia di Flash ha dimostrato in passato di essere poco sicura, per cui assicuriamoci di usare questa opzione solo per i siti di cui ci fidiamo.

Google Chrome: flash si può attivare per un solo uso

Un’altra opzione che possiamo utilizzare, è quella di attivare il plugin di flash per un solo utilizzo. In questo caso possiamo utilizzare la seconda strada per attivare il plugin rapidamente.

Flash Player su Chrome attivazione rapida

Identifichiamo nella pagina l’icona che rappresenta un pezzo di puzzle (1) e facciamo click. Accanto all’indirizzo una piccola finestra ci informerà di quello che succede. Facciamo clic su Consenti (2) per attivare Flash per il sito corrente.

Una volta visto quello che ci interessa, possiamo fare lo stesso percorso utilizzato per riattivare il plugin su un sito, questa volta spostando l’opzione da “Consenti” a chiedi (predefinito). In questo modo, al prossimo accesso dovremo ripetere la procedura ma avremo un maggiore controllo sul sito.

Se abbiamo dubbi sulla validità di un sito possiamo utilizzare le stesse procedure, ma utilizzando la navigazione in incognito. Quando chiuderemo la finestra le impostazioni torneranno quelle predefinite.

Testare il funzionamento di Flash Player su Chrome

Il modo più rapido per controllare il funzionamento del plugin di Flash su Chrome è quello di utilizzare la pagina ufficiale di Adobe che, anche se un po’ “stagionata”, fa ancora il suo lavoro; l’indirizzo è: http://get.adobe.com/it/flashplayer/about/; esiste anche una versione su connessione sicura: https://get.adobe.com/it/flashplayer/about/, ma dal momento che non tutti gli script sono aggiornati, potrebbe darci qualche problema in più con le prove.
Questa pagina ci permette anche di verificare la versione del plugin di Flash, che al momento in cui viene stesa questa guida è la 27.0.0.183.

Perché il plugin di Flash sembra ancora bloccato?

Potrebbe capitare che, anche se abbiamo sbloccato correttamente Flash, alcune pagine mostrino ancora alcuni elementi bloccati. Succede per esempio anche con la stessa pagina di Adobe.Flash Player su Chrome plugin bloccati

Purtroppo l’unica soluzione rapida è quella di utilizzare la voce per questa volta esegui tutti i plugin che si ottiene facendo clic sull’icona nella parte destra della barra degli indirizzi. Per eliminare questa notifica infatti bisognerebbe controllare a fondo la pagina e verificare dove si trova ogni singolo elemento bloccato. Anche in questo caso ricordiamoci di scegliere questa opzione con cautela, dal momento che dare così tanto campo libero a un sito potrebbe essere un problema per la sicurezza.

Fonte foto: elaborazione;
logo Adobe Flash: blogs.adobe.com/flashplayer/2013/11#sthash.2oMl0aWj.5nglV8Bu.dpbs;
logo Google Chrome: productforums.google.com/forum/#!topic/chrome/Xrco2HsXS-8