Un giovani di 20 anni è stato ucciso nella notte.

Nella notte tra venerdì e sabato a Orta Nova, in provincia di Foggia è stato ucciso Andrea Gaeta, un giovane di vent’anni in via Saragat. Il giovane è stato ucciso da alcuni colpi di pistola mentre si trovava da solo alla guida della sua auto. Vittima di un agguato, il giovane ucciso aveva piccoli precedenti penali ma gli inquirenti stanno indagando sul movente.

L’agguato è successo intorno alle due di notte e secondo una prima ricostruzione l’auto del giovane rimasto ucciso è stato affiancato dai killer. Questi hanno sparato al torace uccidendolo sul colpo. I carabinieri accorsi sul posto hanno trovato il corpo della vittima sul sedile del guidatore nella zona industriale, come lo hanno freddato i killer. I carabinieri hanno trovato sull’asfalto cinque bossoli di una pistola di piccolo calibro.

Carabinieri
Carabinieri

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Tra le ipotesi regolamenti di conti: il giovane figlio di un boss mafioso

Gli inquirenti hanno interrogato una decina di persone che erano vicine alla vittima per ricostruire l’accaduto dagli ultimi istanti di vita del giovane. Le indagini comprendono anche le immagini delle telecamere di sorveglianza per incastrare gli autori dell’omicidio. Secondo quanto si apprende Andrea Gaeta è il figlio di un presunto boss Francesco Gaeta.

Ma non sembra quindi trattarsi di regolamenti di conti della criminalità organizzata perché l’autore non sarebbe legato a attività illecite della malavita della Sacra corona unita. Ad avvisare i carabinieri una telefonata anonima dell’omicidio avvenuto nella zona industriale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 03-09-2022


Attentato alla vicepresidente argentina: artefice è neonazista

Mamma in preda al terrore: mette il figlio nell’auto sbagliata