Formula 1, presentato il calendario provvisorio della stagione 2021. Il 12 settembre è in programma il GP d’Italia a Monza.

Prende forma la Formula 1 del 2021, con la F1 che ha presentato il calendario provvisorio della prossima stagione. Con il ritorno alla normalità si torna al calendario completo con 23 GP.

Logo Formula 1 2020
fonte foto https://twitter.com/F1Media

Formula 1, il calendario provvisorio del 2021

Si parte, o meglio, si dovrebbe partire il prossimo 21 marzo da Melbourne, con l’Australia che andrà ad ospitare, come di consueto, la prima gara dell’anno.

Con il ritorno alla normalità si dovrebbe procedere con una sola gara in Italia, il 12 settembre a Monza.

Resta da assegnare la gara del 25 aprile.

GP Australia, 21 marzo a Melbourne
GP Bahrain, 28 marzo a Sakhir
GP Cina, 11 aprile a Shanghai
25 aprile da assegnare
GP Spagna, 9 maggio a Barcellona
GP Monaco, 23 maggio a Monte-Carlo
GP Azerbaigian, 6 giugno a Baku
GP Canada, 13 giugno a Montreal
GP Francia, 27 giugno a Le Castellet
GP Austria, 4 luglio a Spielberg
GP Gran Bretagna, 18 luglio a Silverstone
GP Ungheria, 1° agosto a Budapest
GP Belgio, 29 agosto a Spa
GP Olanda, 5 settembre a Zandvoort
GP Italia, 12 settembre a Monza
GP Russia, 26 settembre a Sochi
GP Singapore, 3 ottobre
GP Giappone, 10 ottobre a Suzuka
GP USA, 24 ottobre ad Austin
GP Messico, 31 ottobre a Città del Messico
GP Brasile, 14 novembre a San Paolo
GP Arabia Saudita, 28 novembre a Jeddah
GP Abu Dhabi, 5 dicembre

Di seguito il tweet condiviso sul profilo ufficiale della Formula 1.

Chase Carey: “Abbiamo dimostrato di poter viaggiare e gestire in sicurezza le nostre gare”

“Siamo lieti di annunciare il calendario provvisorio dopo lunghi confronti con i nostri promotori, i team e la FIA. Stiamo pianificando eventi per il 2021 con i fan per cercare di avvicinarci il più possibile alla normalità. Abbiamo dimostrato di poter viaggiare e gestire in sicurezza le nostre gare con l’intento rinnovato di andare avanti e gestire la situazione legata al virus”, ha dichiarato Chase Carey.

Molti partner voglio che il nostro evento sia la piattaforma per mostrare al mondo che stanno andando avanti. Siamo felici di vedere l’Arabia Saudita entrare a far parte del programma e siamo altrettanto entusiasti di tornare nei luoghi in cui speravamo di correre nel 2020. Vogliamo ringraziare tutti i nostri sostenitori e partner per il loro continuo entusiasmo e collaborazione. E non vediamo l’ora di dare ai tifosi una stagione emozionante in pista”, ha proseguito il CEO della F1.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Formula 1 motori News sport

ultimo aggiornamento: 11-11-2020


Monopattino elettrico: i migliori modelli, i prezzi e tutte le informazioni

Audi corre verso l’elettrico, l’A4 è mild hybrid