Formula 1, le prove libere del GP di Messico. Subito un duello tra Red Bull e Mercedes sul circuito messicano.

CITTA’ DEL MESSICO (MESSICO) – Le prove libere del GP di Messico, diciottesimo appuntamento con la Formula 1, si sono aperte nel segno del duello tra Red Bull e Mercedes. Per la Ferrari un venerdì che è stato senza particolari guizzi, ma nel sabato si entrerà nel vivo e l’obiettivo per la scuderia di Maranello è quello di provare ad arrivare tra la seconda e la terza fila.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La FP2 in Messico

Si rimescolano, invece, le carte nella FP2. La Red Bull sembra aver fatto uno step in più con Bottas ed Hamilton staccati più di quattro decimi. Resta in scia Sergio Perez. Vuoto, invece, dietro le prime quattro posizioni con Carlos Sainz in quinta posizione con oltre un secondo di ritardo. Gasly, Leclerc, Tsunoda, Vettel e Alonso a completare la top ten.

Un pomeriggio che sembra aver confermato una McLaren in difficoltà su questo circuito visto il 12esimo posto di Norris e il 15esimo di Ricciardo. Serve sicuramente un cambio di passo per entrare direttamente in Q3.

Max Verstappen
Max Verstappen

La prima sessione di prove libere

Una mattinata che è stata caratterizzata dalla doppietta della Mercedes. Bottas è riuscito a chiudere davanti per meno di un decimo davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton. Subito dietro le Red Bull di Verstappen e Perez. Una prima sessione che tra le altre vetture ha visto una AlphaTauri in grande forma con Pierre Gasly in quinta posizione davanti a Carlos Sainz.

Ottava, invece, l’altra Ferrari di Charles Leclerc alle spalle anche di Fernando Alonso. A completare la top ten Estbean Ocon e Sebastian Vettel. In netta difficoltà, almeno in questa prima sessione, la McLaren con Ricciardo e Norris rispettivamente in quattordicesima e quindicesima posizione.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 05-11-2021


MotoGP, Quartararo il più veloce nella prima sessione di libere del GP dell’Algarve

MotoGP, Bagnaia in pole position a Portimao. Miller e Mir in prima fila