Le prove libere del GP d’Ungheria a due volti: Mercedes più veloci sull’asciutto, sul bagnato Vettel in testa.

BUDAPEST (UNGHERIA) – Le prove libere del GP d’Ungheria sono state caratterizzate dalla pioggia che non ha permesso ai piloti di poter girare con le gomme d’asciutto nel pomeriggio. Il crono più veloce è di Lewis Hamilton, ma sul bagnato la Ferrari è riuscita a dire la sua con Vettel davanti a Bottas.

Il resoconto della FP2

E’ stata una FP2 caratterizzata dalla pioggia. La Ferrari è stata tra le scuderie che ha girato di più anche se Charles Leclerc ha evidenziato qualche piccolo problema (decimo n.d.r.). Tutto liscio, invece, per Sebastian Vettel che ha firmato il miglior crono davanti a Valtteri Bottas e Carlos Sainz.

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel

Pomeriggio di riposo per Lewis Hamilton che ha fatto solamente un giro prima di decidere di non girare. Una scelta che potrebbe creare qualche difficoltà al britannico in caso di pioggia anche se il meteo sembra essere in miglioramento. Appuntamento ora con la FP3 e le qualifiche: Mercedes ancora una volta favorita, attenzione alla Ferrari e alla Red Bull. Ma, come sempre l’ultima parola spetterà alla pista ungherese.

Il resoconto FP1

Dominio Mercedes nella prima sessione di prove libere con soli 86 millesimi tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Più staccate, invece, le Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll, le uniche a rimanere sotto il secondo dalla scuderia campione del mondo.

Ferrari un po’ in ombra con Vettel e Leclerc rispettivamente sesto e settimo alle spalle di Daniel Ricciardo. Da segnalare, però, che in questa mattinata il team di Maranello ha preferito non usare le gomme soft a differenza delle altre squadre (esclusa proprio l Renault). Ottavo posto per Max Verstappen con Norris e Ocon a completare la top ten. Solo 17° Antonio Giovinazzi.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Formula 1 GP Ungheria Lewis Hamilton motori sport

ultimo aggiornamento: 17-07-2020


Auto dei carabinieri: tutti i modelli, da quelli storici ai nuovi

MotoGP, Marquez nelle prove libere. Vinales e Crutchlow subito dietro