Francia, Canal + fa ironia (macabra): ‘In Italia pizza al coronavirus’. Giorgia Meloni: “Vergognoso”. Teresa Bellanova: “Raccapricciante”.

Monta il caso per il video mandat in onda in Francia in cui gli italiani vengono accusati di essere untori e di portare il coronavirus in giro per il mondo e per l’Europa. E nel mirino ci finisce anche la pizza, eccellenza nostrana.

Pizza coronavirus
Pizza coronavirus

Dalla Francia, ‘In Italia pizza al Coronavirus’

A denunciare lo spot francese, un video di pochi minuti, è Giorgia Meloni. Inevitabilmente la politica italiana non ha mancato di manifestare il proprio sdegno per il filmato di Canal Plus che ha trasmesso la clip durante una trasmissione satirica.

I francesi ironizzano sul made in Italy infetto causando un danno di immagine non indifferente alla nostra economia. Ma anche a tutto il nostro Paese, messo alla berlina.

La nuova pizza italiana che farà il giro del mondo: Covid-19“, ironizzano dalla Francia.

Giorgia Meloni, ‘Video satirico disgustoso’. Bellanova: “Vergognoso e raccapricciante”

Video satirico disgustoso mandato in onda dalla famosa TV francese Canal + per insinuare che i prodotti Made in Italy sono contaminati dal Coronavirus. Disprezzo totale per gli autori di questa immondizia anti italiana. Che dite qualcuno del Governo o della maggioranza PD-M5S avrà la decenza di far sentire il proprio sdegno?“, commenta Giorgia Meloni.

Dura anche Teresa Bellanova, che ha usato parole forti contro i media francesi.

Il video andato in onda in Francia durante una trasmissione di Canal+ è vergognoso e raccapricciante. Davanti al momento di crisi e difficoltà che non solo il nostro Paese ma l’Europa intera sta affrontando, media e televisioni dovrebbero informare i cittadini, raccontando la verità. Basterebbe quello. Invece si sceglie di denigrare un intero Paese. Questa non è satira, è un’offesa ad un’intera nazione, è un’evidente mistificazione dei fatti. È il populismo fatto immagine“, attacca Teresa Bellanova.

Si mandano in onda fake news per diffondere paura, dividere, creare barriere ma anche legittimare la concorrenza sleale. Noi non ci stiamo – aggiunge -. E il coronavirus, come ribadito più volte dalle autorità europee ed internazionali, non si trasmette tramite cibo. I nostri prodotti sono sicuri, di altissima qualità, e lo certificano i controlli che effettuiamo ogni giorno, fra i più stringenti al mondo. Ho attivato i canali diplomatici per segnalare il contenuto mandato in onda e capirne genesi e portata. Nel frattempo, mi aspetto che Canal+ lo ritiri immediatamente e si scusi. Non con me, ma con i 60 milioni di cittadini italiani, lavoratori, imprenditori, produttori, che, con il loro video disgustoso, sono stati offesi”.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 03-03-2020


Coronavirus, test per Papa Francesco

Coronavirus, Di Maio: “Blocchi contro il nostro paese inaccettabili”