Gardaland, il noto parco divertimenti, è costretto ad anticipare l’orario di chiusura a causa della carenza di personale stagionale.

Carenza di lavoratori stagionali a Gardaland: il famosissimo parco divertimenti d’Italia, ai primi posti anche in Europa con i 2,7 milioni ingressi registrati nel 2021, è costretto a chiudere in anticipo le attrazioni. La chiusura si terrà alle 19 anziché alle 23. Anche il parco divertimenti, come tutto il settore del turismo e della ristorazione e dell’ospitalità sta subendo la carenza di personale. Per questo motivo da domani domenica 19 giugno il parco è costretto ad anticipare la chiusura di 13 attrazioni.

Ad annunciare la decisione la direzione del parco divertimenti, che ha ricevuto molti commenti negativi da parte dei visitatori. Nonostante il parco abbia chiesto un po’ di comprensione da parte dei suoi visitatori, i numerosi visitatori e abbonati, stanno protestando sul web chiedendo un rimborso del biglietto.

Montagne russe Gardaland

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le lamentele dei visitatori

 «A questo punto voglio i soldi indietro», «Queste restrizioni al momento della vendita non c’erano!!!», «Io aspetto apposta le 21-22 per fare le jungle illuminate e adesso chiudono alle 19??? Cioè con il sole quindi l’illuminazione notturna la vedo con il binocolo!!!», «Ciò non toglie che sia ingiusto anche chiudere queste attrazioni alle 19. Io stessa, sempre per lavoro, avevo preventivato di venire alcune volte il venerdì alle 18 ma se è così non so quanto convenga visto che proprio alcune delle attrazioni che non ho incluse negli express mi chiudono presto».

Gardaland, in risposta alle numerose critiche e proteste ha risposto: «Siamo estremamente dispiaciuti per la delusione causata da questa situazione. Si tratta di un qualcosa di temporaneo e che contiamo di risolvere al più presto. Purtroppo siamo costretti a ridurre gli orari di apertura di alcune nostre attività a causa di eventi esterni ed indipendenti dalla nostra volontà, quali la forte carenza di lavoratori stagionali che sta sperimentando il settore turistico». La direzione del parco divertimenti rassicura: «Si tratta di una situazione momentanea che contiamo di risolvere a brevissimo, nel frattempo vi ringraziamo per la pazienza e comprensione finora riservataci».

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-06-2022


Moldavia: tra via libera Ue e minaccia russa

Covid, Ricciardi: pericolo “tempesta perfetta”