Eni entra nel progetto più grande del mondo del gas.

Il Qatar sceglie Eni per entrare a far parte del grande progetto North field east. Dopo gli ultimi tagli di Gazprom all’Europa di flusso del gas, Eni accelera sulla diversificazione energetica per l’Italia per evitare la crisi. Il livello di allarme è aumentato nell’ultima settimana e la prossima settimana sarà decisiva sulla decisione di far scattare lo stato d’emergenza. Intanto, Eni annuncia una grande intesa con il Qatar.

L’Italia sarà nuovo partner internazionale per l’espansione della capacità di esportazione di gas naturale liquefatto di Doha. Si tratta del progetto più grande del mondo. “Questo accordo è una significativa pietra miliare per Eni e si inserisce nel nostro obiettivo di diversificazione verso fonti energetiche più pulite e affidabili” ha commentato Descalzi.

impianto gas
impianto gas

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Posizione privilegiata per l’Italia che entra a far parte del progetto del Qatar

La produzione avverrà entro il 2025 per un’investimento di 28,7 miliardi di dollari. L’accordo con il Qatar porta un passo in avanti la sostituzione del gas russo. L’Italia ha infatti acquistato un’altra nave rigassificatrice per aumentare la nostra capacità rigassificatrice a 10 miliardi di metro cubo l’anno. Per quanto riguarda gli stoccaggi siamo in ritardo sulla tabella di marcia avendo un riempimento attuale di soli 54,5%.

Nonostante questi nuovi accordi con Qatar e Algeria, nell’immediato avremmo un problema per il prossimo inverno se la Russia decidesse di chiudere definitivamente i gasdotti verso l’Europa. Ma l’Italia è in una posizione privilegiata rispetto alla Germania. Draghi insieme al ministro Di Maio si era mosso in anticipo sugli accordi con Doha e Eni.

Il Qatar ha le più grandi riserve di metano liquido al mondo e l’accordo firmato ieri da Eni con una quota del 25% fa diventare il paese il principale fornitore di gnl per l’Italia. Il contratto ha durata fino al 2034 e prevede l’invio di navi metaniere da Doha fino a Porto Viro in provincia di Rovigo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-06-2022


Europa: “Dobbiamo essere pronti a combattere”

Verona, vescovo ai preti: “Non votate chi sostiene ideologia gender”