Secondo il parere di alcuni esponenti dell’opposizione il disegno di legge a firma di Gasparri vuole “smantellare” la legge N.194.

Forza Italia ha presentato un disegno di legge con lo scopo di modificare il Codice civile. Tra le proposte, anche un disegno legge per contrastare la maternità surrogata. Maurizio Gasparri: “Lo presento a ogni legislatura”.

Maurizio Gasparri

Come già evinceva durante la campagna elettorale, l’intento del centrodestra è quello di abolire il diritto all’aborto. Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, ha firmato il disegno di legge. Ne sono stati depositati diversi, tutti riguardanti il tema aborto e maternità in generale, fino ad arrivare alla maternità surrogata.

Secondo il parere di alcuni esponenti dell’opposizione il disegno di legge a firma di Gasparri vuole “smantellare” la legge N.194 del 1978 sull’interruzione volontaria di gravidanza. Il disegno di legge a firma di Maurizio Gasparri è già stato depositato al Senato. Lo scopo è quello di attuare la modifica dell’articolo 1 del codice civile in materia di “riconoscimento della capacità giuridica del concepito”, per riconoscerla ancor prima della nascita.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La legge 194

L’articolo in questione stabilisce che “La capacità giuridica si acquista dal momento della nascita. I diritti che la legge riconosce a favore del concepito sono subordinati all’evento della nascita”. Il disegno di legge di Maurizio Gasparri si pone l’intento di riconoscere la capacità giuridica ancor prima della nascita, durante il momento del concepimento.

Le polemiche

La questione ha sollevato una feroce polemica, specialmente da parte di donne e uteromuniti, che temono per la loro libertà di porre fine ad una gravidanza indesiderata, e che si venga meno ad un diritto fondamentale: quello di decidere per il proprio corpo.

“Un pezzetto per volta, si torna indietro di decenni. La destra non perde tempo: ha iniziato oggi chiedendo di riconoscere giuridicamente il nascituro. Un attacco alla Legge 194, alla libertà, all’auto determinazione, alla salute delle donne”. Sono queste le parole della capogruppo del Partito Democratico alla camera Debora Serracchiani.

Chiara Appendino dal Movimento 5 Stelle: “Non si è ancora insediato il governo e Gasparri ha già depositato una proposta di legge contro l’aborto. In campagna elettorale giocavano con le parole, ora scherzano con il fuoco. Non sarà la politica ad opporsi a questi passi indietro ma l’Italia”, dice.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-10-2022


Meloni su Berlusconi: “Fa come lo scorpione: punge anche se sa che morirà”

Governo: le conseguenze delle parole di Berlusconi