La Mercedes ha ufficializzato l’ingaggio di George Russell dal 2022. Il pilota: “Una grande opportunità, da afferrare con entrambe le mani”.

Dopo il passaggio di Bottas in Alfa Romeo, la Mercedes ha ufficializzato l’ingaggio di George Russell, che sarà il compagno di squadra di Lewis Hamilton a partire dalla prossima stagione. La squadra della Stella cambia rotta e si affida ad un pilota di appena 23 anni. Giovane e veloce. Un investimento sul futuro, come fatto dalla Ferrari quando a Vettel ha affiancato un Leclerc rampante.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas

Russell in Mercedes dal 2022, il comunicato ufficiale

La Mercedes conferma che George Russell sarà il compagno di squadra del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton a partire dal 2022. Questo annuncio fa seguito alla notizia di Bottas, che passerà all’Alfa Romeo dalla prossima stagione, dopo cinque anni di successi con la Mercedes. Bottas si è unito a noi nel 2017, conquistando 9 vittorie, 54 podi e 17 pole. Ha avuto un ruolo chiave nei titoli costruttori vinti dalla Mercedes e la sua collaborazione con Hamilton sarà per sempre ricordato come una delle più prolifiche nella storia dello sport. Dal 2022 Bottas sarà sostituito dal 23enne George Russell, che ha preso parte nel 2017 al Mercedes Young Driver Programme. Nello stesso anno Russell ha vinto le GP3 Series, nella stagione seguente è diventato campione di Formula 2, prima di essere promosso in Formula 1 nel 2019 con la Williams. Dopo tre stagioni con la Williams, adesso è pronto per passare in Mercedes e continuare il suo percorso di crescita al fianco di Lewis Hamilton, avendo firmato un contratto pluriennale“, si legge nel comunicato pubblicato dalla Mercedes.

Russell, “Soltanto alla fine di questa stagione inizierò a concentrarmi al 2022”

Questo è un giorno speciale per me, umanamente e professionalmente. Provo uno strano mix di emozioni. Sono entusiasta e onorato di unirmi alla Mercedes dal prossimo anno, è un importate step nella mia carriera, questo significa anche dover salutare i miei amici e i miei colleghi della Williams: è stato un onore lavorare insieme a ognuno di voi. Tuttavia, guardando alla prossima stagione, mentirei se dicessi che non sono assolutamente entusiasta. È una grande opportunità, da afferrare con entrambe le mani. Non voglio farmi illusioni, so che sarà una sfida dura, con una curva di apprendimento ripida. Il mio obiettivo è ripagare la fiducia che Toto Wolff e la squadra hanno riposto in me, voglio rendere orgogliosi i miei nuovi compagni di squadra. Lavorerò insieme al più grande pilota di tutti i tempi: seguo Lewis da quando correvo con i kart, proverò a imparare da un uomo come lui che è diventato un modello sia in pista che fuori. Questo può solo aiutarmi come pilota, come professionista e come essere umano. Adesso, però, ho ancora altre nove gare come pilota della Williams e voglio assicurarmi che siano le migliori nove gare della mia storia con questo team. Soltanto alla fine di questa stagione inizierò a concentrarmi al 2022. Un enorme grazie alla Williams, alla Mercedes e a tutti coloro che mi hanno supportato per arrivare dove sono oggi. Non ce l’avrei fatta senza ognuno di voi“.

Una nuova sfida per Lewis Hamilton

Hamilton ha di fronte una stagione particolarmente complessa. Il pilota, in lotta per il titolo con Max Verstappen, vivrà la rivoluzione della Formula 1 che cambia volto (e regolamento) azzerando di fatto il gap tra i team. Inoltre Lewis dovrà fare i conti con un compagno di squadra che deve mettersi in luce, consapevole di aver preso il treno della vita e determinato a rimanerci su questo treno. Per Lewis si tratta di un compagno di squadra potenzialmente ingombrante che potrebbe fargli sentire quella pressione interna che forse ormai non sente da anni.

ultimo aggiornamento: 07-09-2021


Ita parte in salita, i sindacati: “Non ci sono i presupposti per un accordo”

Come scegliere il monopattino elettrico da comprare