Il coronavirus preoccupa in Germania, dove in un mattatoio della Vestfalia si sono registrati 657 positivi. Disposta la quarantena per 7 mila persone.

Situazione preoccupante in Germania nel Lander della Vestfalia. Secondo quanto riferito da funzionari regionali tedeschi, si registrano 657 casi di positività al Covid-19 legati a un focolaio scoppiato in un’impresa di carne a Gütersloh.

Focolaio in Vestfalia

Finora sono stati sottoposti al test 983 lavoratori del mattatoio Toennies di Rheda-Wiedenbrueck. Di questi, 326 sono risultati negativi. Nell’impianto, uno dei più grandi d’Europa, lavorano oltre 6mila dipendenti.

Quarantena per migliaia di persone

Sono circa 7000 le persone finite in quarantena a causa del focolaio di coronavirus esploso nella fabbrica di carne Tonnies, nel Land tedesco del Nordreno-Vestfalia.

È quanto emerso dalla conferenza stampa sul caso. L’impresa, nella quale si sono registrati 400 casi di contagio, verrà temporaneamente chiusa, con importanti conseguenze per il mercato tedesco della carne, dove, stando al Consiglio di Gutersloh, verranno a mancare il 20% dei prodotti del comparto. Negli ultimi mesi si è parlato più volte di casi di contagio interni a stabilimenti dove si macellano, disossano, trasformano e confezionano le carni.

Il coronavirus in Germania

A oggi, i casi positivi in terra teutonica solo 190 mila, con 174 mila guarigioni e poco meno di 9 mila morti. Si tratta di uno dei Paesi che ha reagito meglio all’emergenza sanitaria riuscendo a controllare e isolare i contagi, delimitando in maniera rapida le zone rosse e rompendo il cerchio dei contagi. In questo modo la Germania è riuscita a limitare i danni contenendo i numeri, che restano comunque drammatici per quanto riguarda le vittime del coronavirus.

https://www.youtube.com/watch?v=9ViPztPY5mY

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus germania mattatoio Ultima Ora Vestfalia

ultimo aggiornamento: 18-06-2020


Blutec, arrestato l’ex amministratore Ginatta. Sospetto Covid per l’imprenditore

Napoli, festeggiamenti in strada dopo la vittoria della Coppa Italia. Guerra (Oms), ‘Sciagurati’. Salvini contro De Luca