Giorgia Meloni: "Attaccata senza pietà". E sul patriarcato...
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Giorgia Meloni: “Attaccata senza pietà”. E sul patriarcato…

Giorgia Meloni: “Attaccata senza pietà”. E sul patriarcato…

Politica, futuro ma anche tanta vita privata: la Premier Giorgia Meloni non ha negato diverse dichiarazioni su più tematiche.

C’è spazio per la politica, il futuro dell’Italia ma anche alcuni passaggi sulla vita privata nell’intervista rilasciata da Giorgia Meloni, Premier italiana, ai microfoni di Rtl 102.5 nel corso di ‘Non Stop News’. La Presidente del Consiglio si è soffermata su diversi argomenti spaziando davvero in lungo e in largo tra le vecchie vicende personali legati alla fine del rapporto con Andrea Giambruno fino all’impegno per il suo Paese.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni: “Contro di me senza pietà”

I primi passaggi dell’intervista a Rtl 102.5 sono dedicati alla sua vita privata. In tal senso la Meloni ha scherzato: “Bhè di segreti ne ho davvero pochi, ormai la mia vita è tutta in piazza”.

Non manca anche un piccolo sfogo relativamente ai tanti attacchi ricevuti, specie dopo la rottura con il compagno Giambruno: “Diciamo che delle volte si è parlato senza pietà delle mie questioni personali. Però, alla fine, elmetto in testa e si combatte”.

Commentando poi la nuova classifica Forbes che l’ha visto posizionarsi ai vertici come donna di potere nel mondo: “Si figuri come siamo messi…”, ha ironizzato.

Politica e opposizione

Nel complesso la Premier ha parlato di un 2023 come “anno tosto“, nel quale “è accaduto tutto quello che poteva accadere”, sia a livello personale che dal punto di vista politico. E proprio su questo secondo aspetto, la Presidente del Consiglio ha sottolineato di aver lavorato duramente e aver ottenuto anche dei buoni risultati.

Sull’opposizione e argomenti caldi come il salario minimo, poi la Meloni ha detto: “L’opposizione mi fa sorridere. Hanno avuto 10 anni e non l’hanno mai fatto”. Ai sindacati, invece, la Premier ha chiesto di “essere più coerenti”. E ha proseguito: “Mi stupisce la posizione di alcuni sindacati che vanno in piazza per rivendicare il salario minimo e quando vanno a trattare i contratti collettivi accettano contratti con poco più di cinque euro all’ora come accaduto di recente con il contratto della sicurezza privata”.

Violenza sulle donne

Non potevano mancare alcune frasi sulle recenti triste vicende che hanno coinvolto nello specifico Giulia Cecchettin e più in generale il tema della violenza sulle donne.

“Esistono uomini che non accettano l’emancipazione, la libertà delle donne, non accettano dei no. E’ l’elemento alla base del problema che vediamo e dobbiamo combattere ogni giorno”. E quando si parla di “amore tossico e patriarcato“, la Meloni ha sottolineato: “Sì, ma io penso che il problema vero sia l’assenza di cultura, la crisi che vivono le famiglie, il nostro sistema educativo, quanto il Covid ha impattato sulle nuove generazioni e l’incapacità di socializzare. I social media, messaggi improntati al nichilismo, al sesso facile, ai soldi facili. Voglio ribadire alle donne italiane: noi siamo libere e non è normale avere paura di un uomo che dice di amarvi, chiamate il 1522, il numero anti-violenza: le istituzioni ci sono”. 

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2023 10:39

Energia, l’annuncio sul mercato tutelato: a chi spettano le bollette calmierate

nl pixel